Marc e Jorge: rivali a confronto

Ultimo atto del MotoMondiale e lotta aperta per il titolo iridato

pubblicato il 09/11/2013 in Sport da Elena Caracciolo
Condividi su:
Elena Caracciolo

Alla conclusione delle qualifiche di oggi, nella Valencia che spia tutti bene, accucciata dietro il circuito tutto curvilineo, una scena memorabile, in quanto saggia morale di stagione, più delle altre, è da incorniciare: si tratta della stretta di mano accompagnata da sorrisi tra Marc Marquez e Jorge Lorenzo.
Due campioni che, per tutta la stagione, non hanno fatto altro che detestarsi nel silenzio dei loro visi caldi e che non hanno risparmiato spallate e colpi poco sportivi, ma che ora, brillantemente, si sorridono.
Entrambi spagnoli, due caratteri diversi (l’uno assolutamente solare; l’altro piuttosto amareggiato quando non va a punti), tutti e due assolutamente candidati al titolo mondiale, senza mezzi termini, senza riserve, con tutta la grinta possibile e, soprattutto, con il ritmo dei campioni.
Un ritmo che evidenzia la trentasettesima pole in carriera di Marc e la trentacinquesima pole in carriera di Jorge.
Numeri di un certo calibro, che matematicamente finiscono in quelle statistiche piloti così impensabili e imprudenti.
E, restando in tema di numeri e calcoli, è evidente che ci si chiede a che lunghezze di distanza corrono e come potrebbero candidarsi campioni ufficiali di questa stagione.
A Marquez servirebbe un quarto posto per aggiudicarsi matematicamente il titolo mondiale, ma, se fosse quinto e Lorenzo primo, il titolo se lo andrebbe, ovviamente, ad ingoiare in un sol boccone Jorge.
Gara aperta e carte assolutamente da rimescolare per bene, durante la gara di domani, che si mostrerà prepotente come poche altre.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password