Trovate ossa del più grande dinosauro mai esistito

Argentina: scoperta nuova specie di dinosauri erbivori di oltre 20 metri di altezza

pubblicato il 08/09/2014 in Scienza e Tecnologia da Veronica Murru
Condividi su:
Veronica Murru

A pubblicarlo è stata la rivista Scientific Reports: in Argentina sono stati ritrovati i resti di un dinosauro di dimensioni enormi, il più grande mai esistito, del quale non si aveva conoscenza. Straordinaria la conservazione quasi integrale delle ossa; pare sia morto sepolto da un cumulo di acqua, fango e detriti.

Il dinosauro più grande mai conosciuto è stato battezzato con il nome di Dreadndughtus schrani, ed apparteneva ad un gruppo di dinosauri erbivori chiamati Titanousari. Erano i cosiddetti grandi mangiatori di piante e avevano un peso che poteva variare da quello di una mucca a quello di un capodoglio. La ricerca è stata portata avanti da un gruppo internazionale coordinato da Kenneth Lacovara dell'Università americana Drexel a Philadelphia, in Pennsylvania. L'esemplare in questione è morto, accanto ad un dinosauro di dimensioni più piccole, travolto da un fiume in piena che aveva straripato dall'argine. È rimasto così sepolto per milioni di anni conservando quasi interamente le ossa per tutto questo tempo. Sono stati ritrovati circa 100 pezzi scheletrici, tra cui il femore di 9 metri, che ha consentito una più accurata stima della sua altezza intorno ai 26 metri. Pesava 65 tonnellate, per intenderci come 7 T-rex o 18 elefanti e, nonostante la sua enormità, pare non fosse neppure in età adulta. Oltre al femore, sono stati trovati un osso del collo di diametro di 1 metro, 1 scapola e 1 artiglio, denti, costole e altri resti che sono stati analizzati dai ricercatori, concludendo che questa specie sia vissuta intorno ai 17 milioni di anni fa.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password