Emilia Romagna: vaccinazione obbligatoria per i bambini che entrano in asilo

E' la prima regione italiana a rendere obbligatori i vaccini per poter iscrivere i bambini all'asilo

pubblicato il 25/10/2016 in Salute e alimentazione
Condividi su:

Il  presidente della Regione, Stefano Bonaccini,  ha annunciato che Il progetto di legge è stato approvato in commissione e sta per arrivare in Aula.  La norma regionale prevede che per poter accedere ai nidi d'infanzia i bambini debbano essere vaccinati.

Una misura che si è resa indispensabile dopo che la percentuale dei bambini vaccinati sotto la soglia di sicurezza è aumentata in modo preoccupante. In Emilia Romagna la percentuale di bambini vaccinati dal 2014 è scesa al di sotto del 95%  e  nel  2015 la copertura per le quattro vaccinazioni obbligatorie ha raggiunto il 93,4%, in alcune zone poi si è arrivati addirittura  al di sotto del 90%, rappresentando un potenziale rischio per la salute della collettività.
Altre regioni sono intenzionate a seguire l’esempio dell’ Emilia Romagna perché l’atteggiamento dei genitori nei confronti delle vaccinazioni è molto cambiato a causa anche di una cattiva informazione che non ha nessuna base scientifica

Conseguentemente si è avuto un calo delle vaccinazioni per morbillo che in regione all’inizio dell’anno hanno portato a dei casi che hanno presentato delle  gravi complicazioni.

Bonaccinia ha ricordato che "Le vaccinazioni, oltre a proteggere le persone vaccinate proteggono indirettamente anche quei bambini che per gravi motivi di salute non possono essere vaccinati  per i quali l'unica possibilità di frequentare l'asilo è che tutti gli altri siano vaccinati per evitare che le malattie circolino e possano contagiarli.

 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password