Le gustose ricette della disperazione

La chef Irene Fedi ci racconterà come riesce a far mangiare un'amica disperata

pubblicato il 15/10/2016 in Salute e alimentazione da Irene Fedi
Condividi su:
Irene Fedi

Mi chiamo Irene, ho passato già i 30 anni da svariati mesi, non ho figli nè mariti e ho una sana e smodata passione per la cucina e il cibo in generale.

Fin da bambina sono sempre stata vivace e curiosa e per buona sorte, sono cresciuta in una famiglia splendida con  quattro nonni speciali. Passavo i pomeriggi, dopo la scuola, con loro e li osservavo bene. Le origini della mia famiglia sono radicate nella più vera e vivida tradizione contadina toscana, a differenza di molti bambini dell'epoca ma soprattutto di oggi, i miei pomeriggi li passavo a governare le galline e a guardare i nonni cogliere le verdure nell'orto.

Queste verdure, le uova e gli animali poi ovviamente venivano anche cucinati; il più delle volte sulla stufa a legna della nonna. Ho i ricordi più belli della mia vita in quei campi e in quella cucina. Passavo le ore a vedere come e cosa cucinavano. E' lì che è nato il mio vero amore per il cibo. E come si fa con il vero amore, quello con la "A" maiuscola , io dedico ogni mio pensiero, ogni mio momento libero a lui ed è un amore sincereamente ricambiato . 

Molte delle  persone che mi hanno tramandato questa passione non ci sono più, io continuo a cucinare sentendole in cucina con me e seguendo il loro esempio, pensando al cibo come a un momento di convivialità, scambio di opinioni, ricette e  sentimenti. Non è forse vero che si cucina pensando a qualcuno altrimenti stiamo solo preparando da mangiare?

Da brava cuoca mi trovo spesso a dare consigli, a scambiare idee e ricette con amiche e conoscenti ma puntualmente, quasi ogni sera, nell'orario in cui rientra da lavoro, arriva LEI. Di chi parlo? Dell'amica, donna in carriera sempre iper impegnata, madre single che arriva ad aprire il frigo, dove tiene oggetti a caso non facilmente identificabili come cibo, si guarda intorno e pensa: Irene mi risolverà la cena anche stasera? Prende il telefono, mi chiama e chiede aiuto: " Cosa posso cucinare con un limone, una cipolla, della cera da scarpe (chissà poi in frigo come c'era finita mi chiedo) e del salame che era nel pacco regalo di Natale dell'ufficio dell'ex marito .

La ricetta che puntualmente le do,  la troverete su questa rubrica ogni sabato mattina.


 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password