Parata di Vip nella selezione del Sanremo Music Awards a Ferrara

Parata di Vip nella selezione Provinciale del Sanremo Music Awards a Ferrara

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 28/05/2015 in Musica e spettacolo da Nicola Convertino
Condividi su:
Nicola Convertino

Il ristorante il Bianconiglio ospiterà venerdì 29.Maggio la selezione provinciale della nota kermesse “Sanremo Music Awards”, con una giuria di qualità di degno rispetto: parliamo di Aglaia Kozlovska (Presidentessa della “United Planet Fondation” fondazione ONU), Massimo Restivo (vice presidente della “United Planet Fondation”), Stefano Salvati (regista e produttore, ex manager di Vasco Rossi), Franco Grillini (Presidente Onorario dell’Arci Gay nazionale), Davide Romani (discografico e fondatore dei mitici “Change” il primo gruppo italiano a scalare le classifiche americane ed avere come vocalist uno degli araldi della musica funky mondiale Luther Vandross-8 Grammy Awards),Cesare Ragazzi (quel Cesare Ragazzi), Willy Alberto Vecchiatini (Maestro di Fashion per RAI 1), Franco Ferraro (discografico), Angelo Valsiglio (storico produttore di Laura Pausini), (Vittorio Brazzorotto (Manager e Responsabile Amministrativo del Sanremo Music Awards), Leo Giunta (Manager e responsabile Selezioni del Sanremo Music Awards), Umbi Maggi (lo storico bassista dei Nomadi e dei Sorapis di Zucchero Fornaciari) e il Patron e fondatore del “Sanremo Music Awards” Nicola Convertino (Produttore televisivo e discografico e organizzatore di Tour musicali in Europa e nel mondo – Ray Charles, James Brown, Lisa Stansfield, Michael Bolton, Anastacia etc. etc.). ospiti della serata Giovanni Masiero e Francesca Rocco del Grande Fratello, Tatiana Previati, vicitrice dell’edizione 2013 del Sanremo Music Awards e Ruggero Ricci che detiene l’Awards come “Cantante rivelazione dell’anno” sempre nel 2013. La selezione sarà ripresa e messa in onda da Canale Italia Musica e SKY e in diretta streaming sulla Web-tv Eurochannel, inoltre, sempre in differita, ci sarà la messa in onda della serata su SilverMusic radio, sempre in nazionale.
Il Sanremo Music Awards Vanta 15 anni di attività e nasce dalla volontà del Patron Nicola Convertino nel lontano 2001 al Cremlino di Mosca, in 3 serate con 18.000 paganti e con 9 miliardi d’incasso…un bel record che pochi Festival possono vantare, la kermesse ha poi continuato il suo inesorabile cammino collezionando successi e incoraggiando tanti ragazzi a fare della musica una professione, non lasciandosi mai contaminare dal clientelismo o dalle facili raccomandazioni e lasciando sempre “carta bianca” ai giurati di scegliere e decidere la bravura o meno dei partecipanti. L’intento è sempre quello di creare un Festival pulito, trasparente, dove vengono premiati i talenti senza alcun coinvolgimento economico per passare alle finali, regionali o nazionali che siano, i finalisti si troveranno a girare il mondo coinvolti in collaborazioni con artisti di culture diverse; il messaggio è quello della globalità nell’arte, dove non ci sono confini territoriali, non ci sono barriere concettuali, ma tutto è in osmosi continua. In Italia si svolgeranno le selezioni provinciali, poi quelle regionali in contemporanea, per arrivare poi alle finali nazionali che si terranno, come sempre, a Sanremo, nella settimana del Festival della Canzone Italiana a Febbraio, con la consegna degli “Awards” per le varie categorie. La presentatrice ufficiale della manifestazione è Martina Manfredini, che seguirà la quasi totalità delle selezioni per poi trovarsi a Sanremo affiancata da un “compagno di viaggio” ancora in fase di definizione, altro personaggio che seguirà le selezioni, le finali regionali e poi la finale a Sanremo è DJ Aniceto, personaggio trasversale del mondo dello spettacolo, conosciuto al grande pubblico per la sua partecipazione al Chiambretti Night e per il suo impegno per le campagne anti-droga, oltre che essere membro della Consulta Antidroga a palazzo Chigi. Insomma quest’anno il Sanremo Music Awards è proiettato tenacemente verso il raggiungimento di obiettivi grandi e fortemente legati alla meritocrazia, termine inflazionato ma di fatto abbracciato da pochi e a Ferrara il coinvolgimento di giurati, di alto spessore culturale, andrà a sottolineare ancor più questa volontà fortemente voluta dal Patron Nicola Convertino.

 

 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password