Il mondo della musica piange Leonard Cohen

Si è spento il cantante, il compositore ed il poeta a 82 anni

pubblicato il 11/11/2016 in Musica e spettacolo
Condividi su:

 Leonard Cohe era nato a Montréal il 21 settembre 1934 da padre  polacco e madre lituana, Cohen divenne cantante dopo aver pubblicato diverse raccolte di poesie e romanzi. 

Diventò famoso a livello  internazionale, nel 1966 con il brano  'Suzanne', e con 'Hallelujah', resa ancor più celebre dalle molteplici cover, tra cui quella di Jeff Buckley, Bon Jovi, Bob Dylan (che la eseguì in molti concerti senza mai pubblicarla), e John Cal , canzone dove  si evidenzia lebraica di Cohen  come anche in 'Story of Isaac' e in 'Who by Fire', le cui parole e la melodia rievocano il 'Unetaneh Tokef', una poesia liturgica dell'XI secolo su Rosh Hashana e Yom Kippur. 'Hallelujah' che inizia evocando il biblico re David, mentre compone un brano per "il piacere del Signore", e prosegue con i riferimenti a Betsabea e Sansone.

Nel 1970 si avvicinò al buddismo e nel  1996 diventò  monaco buddista  con il nome di Jikan (Silenzioso),  ma non ha mai rinnegato  il suo ebraismo, si è sempre considerato un ebreo. 

Vincitore di numerosi premi e onorificenze, Cohen è stato inserito nella Rock and Roll Hall of Fame, nella Canadian Songwriters Hall of Fame e nella Canadian Music Hall of Fame. Nel 2011, ricevette il Premio Principe delle Asturie per la letteratura.

Cohen lascia  due figli, Adam, anch'egli cantautore, e Lorca, entrambi avuti dall'artista  Suzanne Elrod; un'altra sua relazione importante è stata con  Rebecca De Mornay. 

La famiglia ha chiesto il rispetto della privacy e il suo staff fa sapere che il suo funerale si terrà  a Los Angeles in data da stabilire. 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password