Rai, Bordo (Pd): "Ad Salini fallimentare, no al prolungamento del suo incarico"

Il Vicecapogruppo dem alla Camera dei Deputati auspica un quanto più celere epilogo per l'attuale gestione della Rai

pubblicato il 27/06/2020 in Mediatech da Marco Zonetti
Condividi su:
Marco Zonetti
Fabrizio Salini, Ad Rai

Finalmente qualcuno osa dire ciò che noi sosteniamo da mesi, ovvero che la gestione della Rai da parte dell'Ad Fabrizio Salini si è rivelata una rapsodia di flop inanellati uno dopo l'altro. Abbiamo già parlato qui del suo presunto incontro con il Premier Conte relativamente all'eventualità horror di un prolungamento dell'incarico a Salini, e a stretto giro arriva la dichiarazione del Vicepresidente del gruppo Pd alla Camera dei Deputati Michele Bordo.

"Forse si tratta solo di un malinteso" enuncia l'On. Bordo, "ma leggiamo di un incontro fra il Premier Conte e l'Ad della Rai Salini in cui si sarebbe parlato anche di un possibile prolungamento della governance e quindi dell'incarico allo stesso Salini. Come il premier Conte sa bene" prosegue, "il Pd giudica altamente fallimentare la gestione di Salini, sia in termini economici ma soprattutto di garanzie sul pluralismo".

Ed era ora, qualcuno oltre noi fa finalmente notare che se il Paese è governato da una coalizione Dem-M5s, a Viale Mazzini regna ancora l'assetto giallo-verde con la Lega egemone e i grillini genuflessi per mantenere i privilegi ottenuti. "La Rai" conclude infatti il vicecapogruppo del Partito Democratico, "è tutt'ora a trazione sovranista e ribadiamo che il Pd non vede l'ora che l'Ad termini il suo incarico per far uscire l'azienda dalla palude di questi mesi". Amen. 
 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password