Sfiducia a Bonafede, Renzi cruciale. Anzaldi (Iv): "Chiedono nostri voti ma i loro Tg ci oscurano”

Determinanti i voti dei renziani per la sfiducia al Guardasigilli ma il Tg1 grillino e il Tg2 di Centrodestra snobbano Italia Viva

pubblicato il 19/05/2020 in Mediatech da Marco Zonetti
Condividi su:
Marco Zonetti

Matteo Renzi e il suo Italia Viva potranno anche non volare nei sondaggi (benché si registri una crescita negli ultimi tempi), ma senz'altro sono del tutto determinanti per la tenuta del Governo giallo-rosso.

Paradossalmente, nel caso della mozione di sfiducia al Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede, Renzi e Iv diventano cruciali trasversalmente. I voti renziani, infatti, sono necessari per far passare la sfiducia del Centrodestra al Guardasigilli grillino nonché quella di Emma Bonino di Più Europa, condannandolo, e viceversa sono fondamentali per salvarlo. E tuttavia, corteggiati da Maggioranza e Opposizione in Parlamento, sono "snobbati" dai Tg Rai di riferimento del M5s e del Centrodestra.

Lo segnala ancora una volta il Segretario della Vigilanza Rai Michele Anzaldi, nonché Deputato di Italia Viva. Scrive su Facenbook: "Nel giorno del dibattito su Bonafede, Piano Shock e Fca, per Italia Viva 4 secondi al Tg1 delle 20 e 4 secondi al Tg2 delle 20.30". E prosegue: "Ecco come i direttori Rai scelti dal governo gialloverde Salvini-Di Maio e appena riconfermati da M5s e Pd e dal Conte 2 applicano il rispetto del pluralismo: oscurando e cancellando proposte e posizioni di Matteo Renzi e di Iv. E poi chiedono i voti di Iv in Senato? Difficile pretendere lealtà e correttezza di fronte a tanta scorrettezza, c’è un problema evidente in maggioranza".

A un giorno dalla discussione sulla mozione di sfiducia al Ministro Bonafede, che si terrà in Senato mercoledì 20 maggio, Italia Viva è più agguerrita (e temuta) che mai. 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password