La corruzione «percepita» In Italia fa novanta

Gli italiani sentono la corruzione ma la fiducia nel governo non è bassissima

pubblicato il 27/03/2015 in Economia da Valentina Roselli
Condividi su:
Valentina Roselli

L' Italia, tra i paesi Ocse, è  quello in cui la corruzione delle istituzioni è molto sentita dai cittadini , fino ad arrivare a un indice  di sfiducia pari al 90%. È quanto emerge dal rapporto «Curbing corruption» redatto dall’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico.

Le notizie all’ordine del giorno su truffe e corruzione dei vertici politici e imprenditoriali hanno un alto costo, non solo economico, ma anche politico in termini di fiducia nel  governo. I vertici non vengono più legittimati dalla popolazione   e viene messa in discussione la capacità del governo di operare in modo efficiente. 

Tuttavia rispetto agli altri paesi europei , oltre ad un corruzione percepita del 90%  emerge stranamente una fiducia degli italiani nel proprio governo pari 30%, comunque sempre più alta rispetto a  Grecia e  Portogallo, Spagna e Slovenia che hanno una percezione della corruzione inferiore a quella italiana: tra l´80% e il 90%.

La Svezia è il Paese con la più bassa percezione , con una percentuale inferiore al 15% e una fiducia nel Governo superiore al 55%. Il Paese dove il governo gode della più alta fiducia è la  Svizzera con percentuali vicine all’80% nonostante una corruzione percepita di circa il  25%. In Germania la fiducia è superiore al 60% e la percezione della corruzione si attesta al 40%

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password