Poliziotto Usa spara contro un giovane nero nel Wisconsin

Madison: ucciso in seguito ad una protesta

pubblicato il 07/03/2015 in Dal Mondo da Veronica Murru
Condividi su:
Veronica Murru
Tony Robinson - Via Facebook

Ieri sera è stato commesso un omicidio ai danni di una ragazzo nero a Madison, nel Wisconsin. A commetterlo è stato un poliziotto, in seguito ad una protesta di un gruppo di ragazzi di colore contro le forze dell'ordine. Dalle testimonianze il 19enne vittima non era armato. Il poliziotto è ricoverato a causa di ferite provocate durante la colluttazione.

La giornata di ieri è una data importante per i neri e per l'umanità in genere. Cinquanta anni fa Martin Luther King guidava un gruppo di uomini e donne afro-americani verso la rivendicazione del diritto di voto. Non fu semplice allora ottenere quei diritti civili e politici sperati, visto le forti repressioni e violenze perpetrate dalle forze dell'ordine statunitensi. A distanza di mezzo secolo potrebbero esserci ancora un razzismo sedimentato nella società. Il Presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, presente alla celebrazione in Alabama, dichiara - “Selma non riguarda il passato, Selma è ora”.

Poche ore dopo la celebrazione dei 50 anni della marcia di Selma, infatti, è stato ucciso un 19enne di colore da un poliziotto di Madison. Il funzionario dell'ordine pubblico, intorno alle 18 e 30 di ieri, si è trovato a faccia a faccia con Tony Robinson, che insieme ad altri dimostranti protestava contro la Polizia. Il motivo della manifestazione è collegato ai diversi casi di razzismo che stanno interessando gli Stati Uniti in questi giorni, ad esempio a Ferguson dove sono stati compiuti omicidi e violenze contro i neri. La colluttazione tra i due è degenerata quando il poliziotto ha sparato in testa al giovane disarmato, colpevole, forse, di averlo spinto. I soccorsi non sono serviti a nulla, il 19enne di Madison è morto una volta arrivato in ospedale. Il poliziotto anche lui è stato portato al pronto soccorso con delle ferite al capo riportate durante lo scontro. Venuti a conoscenza dell'accaduto molti altri uomini neri hanno manifestato in strada con striscioni e urla contro le forze dell'ordine.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password