Partecipa a Notizie Nazionali

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Gli orrori dell'Isis: bambini decapitati, crocifissi e sepolti vivi

Sono queste le atrocità commesse dall'Isis nei confronti dei più piccoli

Condividi su:
Bambini usati come scudi umani, come kamikaze per colpire gli obiettivi nemici e come schiavi nella tratta che attraversa il Medio Oriente e la costa dell'Africa orientale. L'ultimo rapporto dell'Onu sui diritti dei minori ha svelato le nuove atrocità compiute dall'Isis contro bambini iracheni, cristiani e anche contro i figli dei musulmani accusati di infedeltà alla religione islamica . Il documento, che mette i brividi, riporta nero su bianco una serie di orrori che il genere umano ha conosciuto poche volte nella storia: bambini violentati, decapitati, crocifissi e sepolti vivi in fosse comuni. Il comitato delle Nazioni Unite sui diritti dei bambini lancia un appello affinché il governo iracheno si impegni a fermare i tagliagola. "Stiamo facendo tutto il possibile per sconfiggere le mostruosità dell'Isis" dice da Londra il premier britannico. Purtroppo le atrocità sopra elencate sono tutte reali in quanto sono confermate anche da Ginevra Winter, una dei 18 esperti indipendenti membri del Comitato dei diritti dei minori dell'Onu. La donna ha dichiarato: "Sì tratta di un problema enorme, i bambini vengono addirittura venduti dalle famiglie stesse ai gruppi armati". Inoltre la donna ha lanciato un appello al governo di Baghdad esortandolo a fare tutto il possibile al fine di fermare queste disumanità che coinvolgono bambini innocenti, in nome della religione, e che non risparniano neanche i disabili.
Condividi su:

Seguici su Facebook