Ucciso l'escursionista francese nelle mani dei terroristi in Algeria

Hervé Pierre Gourdel è stato decapitato

pubblicato il 24/09/2014 in Dal Mondo da Daniele Del Casino
Condividi su:
Daniele Del Casino

L'escursionista Herve Gourdel, ostaggio di un sedicente gruppo terrorista algerino, è stato barbaramente ucciso, con il solito metodo della decapitazione.

A darne notizia nel pomeriggio di oggi lo stesso movimento armato nordafricano, che si è dichiarato affliato all'Isis, lo “stato islamico”, attraverso un video messaggio intitolato “messaggio di sangue per il governo francese” in cui i terroristi accusano la Francia di partecipare ai raid aerei armati contro l'Isis e di voler punire la nazione per la stessa. A dare conferma della tragica morte anche il presidente Francois Hollande, che ha definito la morte del concittadino come “vile e crudele”. Hervé Pierre Gourdel, guida alpina ed escursionista conosciuto, era stato rapito domenica scorsa mentre stava facendo trekking insieme ad amici locali a circa 110 km da Algeri, sui monti del massiccio di Tizi Ouzou, nella regione algerina della Cabilia. La località già dagli anni 90 è conosciuta per essere un santuario delle forze oltranziste islamiche, in mano ad un gruppo di banditi che da poco tempo si erano staccati dalla fazione magrebina di Al Qaeda per confluire nella galassia Isis. I terroristi, accortosi che era un francese lo hanno prelevato con la forza, per poi usarlo in un video messaggio dove chiedeva, per aver salva la vita, al governo francese di interrompere i raid aerei in Iraq, che avevano intrapreso venerdì scorso. Il presidente Hollande aveva sdegnamente rifiutato qualsiasi trattativa, per quanto la situazione – come egli ammetteva – fosse grave. Nella giornata di ieri i familiari di Gourdel aveva inviato, tramite l'Associated France Press, un comunicato dove attendevano con impazienza il suo ritorno e lasciavano trasparire speranza perchè avvenisse presto. “La vendetta per l'aggressione crociata francese al califfato”, così viene commentata e motivata l'esecuzione a sangue freddo di Gourdel nel solito, tremendo video messaggio montato ad arte dagli assassini è stato diffuso poco dopo l'intervento del presidente Usa Barack Obama all'assemblea per le Nazioni Unite e prima che il presidente francese Hollande iniziasse il suo intervento, con un tempismo freddo e calcolato. Secondo alcune voci, non confermate, i terroristi seguivano gli spostamenti di Hervè Pierre Gourdel attraverso la sua pagina facebook, ora oscurata, dove l'escursionista dava sempre notizia dei suoi spostamenti, essendo un grande appassionato di viaggi e fotografia, come aveva fatto per l'ultimo fine settimana, dove aveva annunciato il suo arrivo sabato in terra algerina. Gourdel è la quarta vittima in un mese del coltello sanguinante nelle mani dello “stato islamico”, insieme ai giornalisti americani James Foley, Steven Sotloff e il cooperante inglese David Haines.  
 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password