Uccide il gatto nel microonde: condannata a 14 mesi di carcere

La giovane voleva punire il proprio 'micio'

pubblicato il 13/03/2014 in Dal Mondo da a cura della redazione
Condividi su:
a cura della redazione

Una punizione un po' troppo severa per il proprio gatto. Una 23enne britannica ha ucciso il proprio animale domestico in un forno a microonde. Il motivo? Lo ha messo lì dentro per punirlo perché ha attaccato il suo pesciolino rosso. Per questo motivo Laura Cunliffe dovrà scontare 14 settimane di prigione. È stata proprio la ragazza a raccontare come sono andati i fatti. Ha spiegato che aveva programmato il microonde per 5 minuti, ma già dopo un giro di lancette si è accorta della gravità del gesto tirando fuori Mowgli, il gatto. Troppo tardi, però, perché questo è morto subito dopo.

«Si tratta di un atto di crudeltà inaudita su un animale che si fidava di lei» ha dichiarato il giudice che ha anche stabilito che la giovane non potrà mai più accudire un animale. Esterrefatti genitori e legali della difesa. La ragazza infatti soffre anche di problemi depressivi, ma il giudice è stato inflessibile. 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password