Helena De Jesus nominata Ambasciatrice delle Pari Opportunità di African Fashion Gate

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 15/09/2015 in Costume e società da monica lia
Condividi su:
monica lia
La top Model Coumbelle Kane e la giovane modella Gaia Di Napoli Modica

 

Helena De Jesus, la leggendaria top model nera, protagonista di tante copertine di "Vogue" che anticipò di qualche anno sulle passerelle milanesi e parigine l'arrivo di Grace Jones e di Naomi Campbell:   è la nuova Ambasciatrice di African Fashion Gate. Promosso dal Ministro della Cultura e della Comunicazione del Governo del Senegal questo attesissimo evento televisivo e' una sfilata di moda a Dakar anzi, più precisamente  nel mezzo del deserto sub sahariano. Ideato e prodotto dalla PLATINIUM di Alex Kfoury Rabik e Nicola Paparusso viene definito dai media africani un evento interculturale istituzionale  con l'ambizioso obiettivo di diventare un appuntamento annuale che proclama Dakar capitale della Moda del Continente Africano e inserisce la kermesse senegalese nel calendario dell'Alta Moda del mondo insieme a Parigi, Milano e New York.

Insomma, un ponte virtuale tra la cultura Africana e quella Occidentale. Un evento quindi di promozione culturale, territoriale e turistica che vede tra i suoi principali obiettivi la raccolta di fondi per la costruzione e il sostegno della prima Àccademia di Moda e Costume in Africa i cui corsi saranno interamente gratuiti. Madrine dell'evento, che sarà ripreso e trasmesso dalle televisioni di Stato africane, saranno le First Ladies di quel Continente. Una tre giorni tutta al femminile con ospiti e artisti internazionali come Yousson N'Dour. Quindici modelle africane e altrettante  europee sfileranno indossando gli abiti delle più prestigiose  firme occidentali e africane su una passerella che percorre e taglia le dune di sabbia rosa che ricopre quella meravigliosa area desertica. Il vulcanico gemellaggio Nicola Paparusso e la PLATINIUM, gioca un ruolo di primo piano nel fashion internazionale e gia' ha richiamato l'interesse di stilisti e Brand internazionali di primissimo livello come BVLGARI che nello scorso luglio,  alla TV di Stato senegalese,  ha già annunciato la sua partecipazione.


La nomina della mitica nera delle passerelle internazionali  è stata annunciata ieri a Roma dalla Responsabile delle Relazioni Istituzionali  la bellissima  Maya N'Diaye insieme all'Ambasciatrice di AFG nel Mondo Valèrie Diouf  nel corso dello servizio fotografico per la copertina del calendario African Fashion Gate che ha visto protagoniste la top model senegalese Coumbelle Kane e la giovanissima promessa  Gaia Di Napoli Modica che hanno posato con gli abiti di Stella Jean,  i foulard e foulard collana  di GL Creazioni  Moda di Giovanna Lovece e gli occhiali da sole del designer napoletano Auriemma indossati e pubblicizzati dalla pop star Rihanna e tanti altri vip.  Una carica prestigiosa che va a rafforzare un già costante impegno sul fronte umanitario della top model, attiva a supporto di diverse fondazioni e istituzioni. «Il mio impegno umanitario è vivo da anni»,  ci ha raccontato, «e questa nomina andrà a rafforzarlo ulteriormente. Il mio lavoro si svolgerà sia in Italia, attraverso operazioni di sensibilizzazione, sia nei Paesi coinvolti dal programma, attraverso missioni specifiche.


La De Jesus ricalcando il pensiero del direttore artistico di AFG Nicola Paparusso,  già espresso ai media nei scorsi giorni, afferma:  “Le regioni africane sono una fonte  inesauribile  di bellezza femminile e maschile, ma per tante ragioni questo patrimonio genetico non emerge poi così tanto sulle passerelle dell’alta moda”  Questa è la mission affidata ad unanimità dal direttivo di Afg alla Regina Nera la quale sarà affiancata dalla manager  Terry Devol: incrementare le passerelle dell’alta moda di modelle e modelli africani ed in particolare senegalesi.


Proprio nella meravigliosa capitale del Senagal, sotto l'occhio vigile di Natalia Murashkina  responsabile editoriale del Calendario AFG,   si sta svolgendo in questi giorni  il più imponente cast di bellezze nere da inserire nella scuderia di AFG  che diventerà il serbatoio  da cui attingere il meglio di quel meraviglioso patrimonio genetico. Saranno siglati accordi tra AFG AGENCY  e le più importanti agenzie di management africane e da subito messe sotto contratto le aspiranti manequin ma anche gli scultorei modelli. La Maison BVLGARI  si è detta disponibile a inserire nei suoi eventi  le prescelte e di spingere così con il suo esempio i colleghi a fare altrettanto favorendo questo processo di interscambio culturale e professionale.


Nicola Paparusso nella sua discussa  intervista non fece mancare stoccate ai fashion designer, pubblicitari e organizzatori di eventi rei di trascurare la presenza sulle passerelle di top model appartenenti a minoranze etniche, favorendo esclusivamente le bianche. “La scelta di una modella dovrebbe essere basata soltanto sulla sua bellezza e sul suo talento, non sul colore della sua pelle”, affermò il produttore  ricalcando quanto già denunciato da Naomi Campbell che pubblicò i dati di un’indagine da cui risultava che alla Fashion Week di New York precedente alle sue dichiarazioni, soltanto il 15 per cento delle modelle salite in passerella erano nere o asiatiche. Ma la più famosa modella nera del Mondo non si limitò a tanto e aggiunse: “Questi atteggiamenti sono veri e propri atti di razzismo” e poi “Non dico che i designer di alta moda siano personalmente razzisti, ma il loro comportamento lo diventa quando escludono modelle di colore”.
In bocca a lupo quindi Eccellenza De Jesus

 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password