Caccia ai due terroristi libici a Roma

Hanno tentato di acquistare armi nel mercato nero. Massima allerta nella capitale

pubblicato il 18/02/2015 in Attualità da Veronica Murru
Condividi su:
Veronica Murru

Nuova allerta a Roma, si nasconderebbero nella capitale due terroristi libici molto pericolosi. Sono stati denunciati all'antiterrorismo due presunti terroristi, che nei giorni scorsi hanno tentato di acquistare armi presso il mercato illegale di Roma. Sono stati resi pubblici dall'Espresso gli identikit degli islamici, e l'Arma ha dato indicazioni sulle procedure da seguire nel caso in cui vengano avvistati.

Le preoccupazioni circa possibili attentati a Roma e nel Vaticano non sono così lontane dalla realtà. In una nota dell'Arma si è stabilito che chiunque avvisti i due presunti terroristi, chiami le forze dell'ordine, le quali procederanno alla perquisizione e al fermo dei soggetti sospetti. A far aumentare il livello di diligenza sono state delle segnalazioni fatte da anonimi del mercato nero di Roma. Ignoti sarebbero infatti venuti a contatto con degli acquirenti di armi da fuoco di origine presumibilmente libica. Uno dalle ricostruzioni avrebbe circa 30 anni, capelli corti e folte sopracciglia, l'altro avrebbe tra i 20 e i 25 anni, capelli lunghi con le treccine. La caccia dura da qualche giorno e si sta concentrando in alcuni quartieri, quali l'Esquilino e Pigneto, per la particolare concentrazione di persone di colore e di due moschee molto frequentate. Per ora i due uomini sono ancora a piede libero e la possibilità di un attentato terroristico si fa sempre meno scontata. La tensione è quindi molto alta a Roma, si sta cercando di stanare il prima possibile i due terroristi islamici, che però potrebbero essere usciti fuori dalla città.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password