Morto bambino di 11 anni, investito da un'auto vicino a casa

Modena. Morte sul colpo: la rianimazione non è servita. Gli accertamenti faranno luce sulle responsabilità.

pubblicato il 26/09/2014 in Attualità da Veronica Murru
Condividi su:
Veronica Murru

È stato investito ieri sera a Massa Finalese, nel modenese, un bambino di 11 anni. L'auto che ha provocato la sua morte  era guidata da un 50enne. Il ragazzino stava facendo un giro in bici vicino a casa, quando lo schianto con l'automobile lo ha fatto balzare a diversi metri ormai privo di vita.

La disgrazia è accaduta a Massa Finalese, frazione di Finale Emilia in provincia di Modena. Erano circa le 19 di ieri sera, quando J.R, ragazzo di appena 11 anni, era uscito di casa per fare un giro con la sua bici. Una strana coincidenza di eventi ha fatto si che, in via per Modena Ovest, una Renault Scenic, guidata da un 50enne con a bordo una famiglia, ha investito il piccolo, scaraventando il corpo ad un centinaio di metri. Non si conoscono ancora i dettagli dell'incidente, ma da una prima ricostruzione probabilmente la bici e l'auto andavano nello stesso verso. Lo schianto ha trascinato il corpo per diversi metri per poi finire, ormai senza respiro, dentro un fosso a bordo strada. A nulla sono valsi i tentativi di rianimazione. La morte è avvenuta sul colpo. Dopo l'urto la Renault si è fermata, in evidente stato di choc. Nel paese c'è lutto per il piccolo che ha perso la vita e per la famiglia addolorata per la perdita subita. Il bambino è figlio di un uomo di origine magrebina e di madre italiana, frequentava la prima media e tra gli amici e parenti è forte il dispiacere e la solidarietà nei confronti dei genitori.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password