Cane eroe muore annegato dopo aver salvato un bambino

L'episodio a San Benedetto del Tronto

pubblicato il 14/08/2014 in Attualità da Angela Menna
Condividi su:
Angela Menna

Annega per salvare un bambino di 5 anni che era in difficoltà. È la storia di un cane, morto domenica scorsa sulle spiagge di San Benedetto del Tronto in provincia di Ascoli Piceno. Il cane eroe stava giocando sul bagnasciuga, non lontano dai suoi padroni, quando si è accorto che un bambino annaspava in acqua in difficoltà. Dopo aver abbaiato forte per attirare l’attenzione dei presenti e soprattutto quella del suo padrone, il meticcio non ha esitato a tuffarsi in acqua per raggiungere il piccolo.

Nel frattempo, anche il padrone del cane, allertato dall'animale, aveva richiamato l'attenzione di altri bagnanti. Con uno di loro, si era tuffato a sua volta per soccorrere il bambino già raggiunto dal cane. Nel ritornare a riva però, l'animale non ce l'ha fatta, probabilmente a causa della stanchezza. Ha cominciato a bere acqua ed è morto annegato sotto gli occhi del padrone, che non ha potuto fare nulla per lui, in quanto impegnato a soccorrere il bambino.

Il piccolo, salvato fortunatamente, sta bene e se l'è cavata solo con un grande spavento. Arrivata subito sul posto, la madre voleva dare una ricompensa ai proprietari dell'animale, per ripagarli della perdita del cane, ma i due hanno rifiutato ogni sorta di ricompensa, accettando, però, che la donna si facesse carico delle spese per cremare il cane e per il trasferimento delle ceneri a Salerno.

 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password