Furti a raffica, in Abruzzo la gente scende in strada con i bastoni

Caccia per 'stanare' i ladri

pubblicato il 20/03/2014 in Attualità da Ansa
Condividi su:
Ansa

Carabinieri e cittadini insieme in una caccia ai 'topi di appartamento' che a Villa Santa Maria ('patria dei cuochi' in provincia di Chieti), si è protratta fino all'alba. Oltre a cinque pattuglie dei carabinieri, infatti, in strada sono scese anche una trentina di persone, alcune armate di bastoni. La rabbia della popolazione, che sta organizzando anche ronde notturne, deriva dai continui furti registrati nei giorni precedenti, anche nei paesi limitrofi.

Intercettati dai carabinieri, i ladri sono stati inseguiti fino alle zone periferiche, poi, dopo aver speronato l'auto di una pattuglia, hanno abbandonato il mezzo, risultato rubato a Gissi (comune della stessa provincia), e sono fuggiti a piedi nelle campagne circostanti facendo perdere le loro tracce. Nell'auto abbandonata, una Passat, sono stati trovati numerosi arnesi da scasso e refurtiva precedente.

«Chiederò al Prefetto di Chieti - dice il sindaco Giuseppe Finamore, maggiore attenzione sociale sul problema furti. La popolazione è stremata e vuole più tutela. Presto installerò anche telecamere per fare prevenzione. Sto valutando di concedere ai giovani la possibilità di fare ronde spontanee notturne come mi hanno chiesto. La legalità va rispettata, ma i ladri vanno presi».

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password