Era un centro massaggi, ma nascondeva una vera e propria casa di appuntamenti

Locale sequestrato dalla Guardia di Finanza di Grosseto

pubblicato il 05/02/2014 in Attualità da a cura della redazione
Condividi su:
a cura della redazione

La Guardia di Finanza di Grosseto, in collaborazione con la Polizia Municipale del capoluogo, ha sequestrato questa mattina un centro massaggi orientale nel centro di Grosseto, dietro il quale si nascondeva una vera e propria casa d'appuntamenti, denunciando 3 soggetti di etnia cinese per sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione.

Nell’ambito della medesima attività, la Guardia di Finanza ha eseguito numerose perquisizioni di abitazioni ed attività commerciali riconducibili ai 3 cinesi, risultati responsabili, a vario titolo, di aver allestito e gestito i locali destinati all’attività illecita, nonché di aver reclutato il personale da destinare a tale scopo. Le perquisizioni, effettuate a Grosseto, in Liguria, Emilia Romagna e Piemonte, hanno visto anche l’impiego di unità cinofile della Guardia di Finanza.

L’attività investigativa, supportata da riscontri tecnici, pedinamenti ed appostamenti, ha consentito di accertare la reale attività svolta dal finto centro massaggi che, tra l’altro, reclamizzava allusivamente i servizi forniti sia su internet che attraverso volantini pubblicitari. In particolare dalle indagini è emerso che nel corso della seduta di massaggio le operatrici proponevano ai clienti una serie di prestazioni aggiuntive, con tanto di listino prezzi.

Continua a leggere su GrossetoOggi.net

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password