È in Abruzzo il primo Comune 'Derazzistizzato'

Da oggi c'è il cartello stradale all'ingresso di Montesilvano

pubblicato il 23/01/2014 in Attualità da a cura della redazione
Condividi su:
a cura della redazione
Foto Ansa

Da oggi Montesilvano (in provincia di Pescara) è il primo Comune d'Italia Derazzistizzato. All'ingresso della città è stato apposto il cartello con la scritta 'Comune Derazzistizzato'. Il primo cittadino Attilio Di Mattia ha organizzato una cerimonia per l'occcasione alla quale ha preso parte anche Claudia Tatone, responsabile provinciale del Forum sull'Immigrazione che ha riportato la soddisfazione di Cecile Kyenge, ministro dell'Itegrazione.

«Questo simbolo che oggi abbiamo installato alle porte della città è il nostro punto di vista, il punto di vista di Montesilvano - ha commentato Di Mattia - Una città multirazziale deve saper cogliere questa grande opportunità: perché la diversità culturale è una grande risorsa, un vantaggio per lo sviluppo intellettuale e economico. Il nostro impegno come amministratori deve essere volto a costruire ponti che ci uniscano, e non a rafforzare sbarramenti identitari che ci separano. L'Italia è sempre stata una terra multietnica ed è triste pensare che nel terzo millennio si debba sottolineare con un'opera quanto sia orribile classificare l'uomo in razze. Il razzismo è figlio dell'ignoranza e nipote della paura del diverso. Montesilvano è una città multietnica e di questo non dobbiamo avere paura».

Il simbolo sui cartello ai quattro ingressi principali porta la firma dell'artista Pep Marchegiani, esperto in Pop Art. 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password