Uccise un ladro a fucilate, assolto il commerciante di Caravaggio

Ha sempre dichiarato di aver sparato solo per spaventare i ladri

pubblicato il 23/01/2014 in Attualità da a cura della redazione
Condividi su:
a cura della redazione

Angelo Cerioli, il commerciante che uccise a fucilate un ladro che aveva tentato di rubare nella sua ditta di Caravaggio (Bergamo), è stato assolto. Il fatto avvenne nella notte del 25 novembre 2012, quando Cerioli si svegliò a causa dei rumori provenienti dal proprio negozio di giardinaggio. La sua attività commerciale si trovava al piano terra nello stesse edificio dell'abitazione.

Alcuni malintenzionati aveva rotto con una mazza la vetrina. Il commerciande, imbracciato un revolver Taurus calibro 38, sparò dalla finestra colpendo a morte con due colpi il rumeno Dumitru Baciu
L'accusa in un primo momento di omicidio volontario fu poi derubricata a eccesso colposo di legittima difesa dal pubblico ministero. Oggi è arrivata l'assoluzione per l'assenza di prove della colpa di Cerioli che ha sempre sostenuto di aver fatto fuoco solo per spaventare i ladri e senza prendere la mira.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password