Funivia bloccata a Cervinia soccorsi i passeggeri dalle guide alpine

L'elicottero non è riuscito ad avvicinarsi, sono state necessarie le guide alpine che si sono dovute arrampicare sui piloni

pubblicato il 24/12/2016 in Attualità
Condividi su:

Sono state fatte evacuare 130 persone rimaste nella telecabina di Cervinia  bloccata a causa dalle forti raffiche di vento.  

Da metà pomeriggio  l'impianto che unisce Plan Maison, a quota 2.550 metri, a Cime Bianche Laghi (2.800 metri), da cui parte la funivia per Plateau Rosa. è rimasto bloccato a causa del forte vento. Raffiche di vento  che non hanno permesso neppure all'elicottero dei soccorritori di avvicinarsi così è stata necessaria l'evacuazione di quattro cabine attraverso i piloni: operazioni ostacolate  dall'oscurità e che si sono concluse senza imprevisti.

Le guide  alpine hanno raggiunto le cabine arrampicandosi sui piloni, per poi calarsi lungo il cavo con delle carrucole, scendere sul tetto di ognuna, da dove hanno calato a terra i passeggeri, nel vuoto per 10-15 metri circa.  Si tratta di "procedure collaudate", fa sapere il Soccorso alpino valdostano, che solo tre mesi fa ha svolto un'esercitazione proprio per intervenire in casi analoghi. Ogni cabina ha 12 posti.

 Alle operazioni hanno partecipato decine di uomini, anche del Soccorso alpino della Guardia di finanza. Per renderle più rapide, è stato chiesto l'intervento dei soccorritori dalla vicina Svizzera, con l'elicottero di Air Zermatt.

 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password