È successo in Italia il 12 dicembre 2016

Il resto delle notizie dal nostro Paese

pubblicato il 12/12/2016 in Attualità da Gianluca Vivacqua
Condividi su:
Gianluca Vivacqua
Aosta - La città con la più alta qualità della vita in Italia

Il sistema bancario. Raggiunto nella mattinata un accordo tra il gruppo bancario Ubi e i sindacati sul piano per la costituzione della banca unica e la gestione delle prime 600 uscite previste per il 2017 (ma se ne preparano già altre 700), Non ci sono solo tagli, però: l’intesa prevede anche la stabilizzazione di 96 precari e 200 nuove assunzioni per il biennio 2017-18. Per il momento Ubi (Unione delle banche Italiane), nata nel 2007 dalla fusione di Banche Popolari Unite e Banca Lombardia, è una rete di cui fanno parte, tra le altre, Carime, Banca Popolare di Bergamo e Banca Popolare commercio e Industria, la banca online IWBank e alcune società specializzate nell’erogazione del prestito (Prestitalia).

Emergenza criminalità. Brindisi: cinquantotto arresti eseguiti dai Carabinieri, nel sud della provincia messapica, a carico di presunti affiliati alla Sacra Corona Unita.  Per tutti i reati contestati sono quelli di associazione mafiosa, spaccio e traffico di droga. Tra coloro che sono finiti in manette si sospetta possano esserci mandanti ed esecutori dell’omicidio di Antonio Presta, figlio del collaboratore di Giustizia Gianfranco: l’uomo fu ucciso a san donaci nel settembre 2012.
Roma: i Carabinieri del Comando provinciale hanno  arrestato 10 persone per traffico di sostanze stupefacenti. Destinatari della roba erano alcuni detenuti nel carcere di Rebibbia.

Qualità della vita. I dati dell’annuale sondaggio del Sole 24 ore: è Aosta a occupare la prima posizione per questo 2016, seguita da due conferme, Milano (2° posto) e Trento (). Al quarto posto una new entry, Belluno. Tredicesimo posto senza infamia e senza gloria per Roma, “salvata” dai flussi turistici del Giubileo. Fanalino di coda è Vibo Valentia.

Istat. Super-notizie per il sempre bistrattato Sud Italia: nei primi nove mesi del 2016 aumentano infatti dell’11,6% le esportazioni del Meridione rispetto allo stesso periodo del 2015. E tale volume è ben 20 volte superiore a quello del resto del Paese: in tale settore, infatti, il piatto piange sia nel Nord-Ovest (-0,8%) che nelle isole (un vero e proprio tracollo, -21,3%). Crescita lieve (e non certo paragonabile a quella del Sud) per Nord-Est e Centro (+1,5%). Tuttavia la situazione si ribalta se si guarda ai dati relativi al Pil pro capite, anche se parliamo comunque di dati che si riferiscono al 2015: per il Sud  abbiamo 17,8 mila euro, contro i 33,4 mila del Nord-Ovest. Nel Nord-Est siamo a 32,3 e nel Centro a 29,3.

Rogo Thyssen. Depositate le motivazioni del verdetto emesso dalla Cassazione lo scorso 13 mggio. “Colpa imponente” quella che ricade sull’ex ad del gruppo siderurgico, Harald Espenhahn, e da altri 5 manager, nella tragica notte tra il 5 e il 6 dicembre 2007, quella del rogo dello stabilimento di Torino in cui perirono sette operai. Alla base della tragedia, infatti, come è stato omai ampiamente accertato, la completa e consapevole mancanza di misure per la sicurezza, in “una situazione d attuale e latente pericolosità per la vita e l’integrità fisica dei lavoratori”.

Trieste. Per il Tar del Friuli-Venezia-Giulia è illegittima la “ordinanza antibivacco” decisa dal sindaco di Trieste, Roberto Dipiazza, per proibire l’accattonaggio, i capannelli e la consumazione di cibo e bevande all’aperto.

Lavoro. Assunzioni in decrescita nel III trimestre 2016: quelle a tempo indeterminato, infatti, accusano il colpo di un calo del 18,7% rispetto al periodo corrispondente del 2015. I contratti attivati sono stati 406.691; le cessazioni dei rapporti fissi, 483.162 (-3,2% sempre rispetto allo stesso periodo del 2015). I dati provengono dal report consultabile sul sito del Ministero del Lavoro. Il calo risulta determinato dalla riduzione degli incentivi sulle assunzioni a tempo indeterminato.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password