Firenze, ex assessore: «Ignoravo che quella mia amica fosse una escort»

Lettera aperta di Mattei: «Non sapevo che potesse fare un altro tipo di lavoro»

pubblicato il 18/06/2013 in Attualità da a cura della redazione
Condividi su:
a cura della redazione

«Era mia amica» da 10 anni, ma «nessuno di noi sapeva ne' poteva sospettare che potesse fare un altro 'tipo di lavoro'; diversamente l'uso dell'appartamento le sarebbe stato negato».

Cosi' in una lettera aperta l'ex assessore di Firenze Massimo Mattei sui suoi rapporti con una romena coinvolta in un'inchiesta sulle escort per vip.

Mattei ha voluto chiarire la questione di un alloggio dato alla donna da una coop di cui l'ex assessore era presidente e in cui la romena si sarebbe prostituita.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password