Presentato il portale Stragi alla Stazione di Bologna

Uno spazio dedicato ad un periodo buio della storia italiana che molti giovani ignorano

pubblicato il 04/05/2015 in Arte e Cultura da Danilo Di Laudo
Condividi su:
Danilo Di Laudo

BOLOGNA - È stato presentato oggi, anche se online dallo scorso due maggio, il portale mappedimemoria.it, uno strumento particolare destinato ai giovani che non conoscono minimamente le vicende di cui l’Italia e l’Emilia Romagna sono state vittime nel corso degli anni ’70-‘80, senza dimenticare i misfatti degli ultimi anni (come, ad esempio, l'uccisione di Marco Biagi). Le stragi, che sono il vero punto da cui nasce il portale, vengono raccontate con rigore storico, attraverso documenti, ricostruzioni, approfondimenti, interviste, file audio e strumenti video.

Punti fondamentali sono la Strage della Stazione di Bologna del 2 agosto 1980 e gli attentati ai treni Italicus e Rapido 904 (di cui abbiamo dato un accenno qui) ma non tralascia argomenti altrettanto scottanti come la violenza politica ed il terrorismo.

Lo spazio a disposizione verrà aggiornato con nuovi materiali al fine di interessare i giovani che non conoscono questo periodo buio della storia italiana. L’associazione dei familiari delle vittime della strage della stazione di Bologna, con il supporto dell’Assemblea legislativa regionale ha voluto fortemente la nascita di questo sito.

Alla presentazione di questa mattina presso la sala di aspetto della stazione di Bologna Centrale sono stati presenti: Simonetta Saliera, presidente Assemblea legislativa regionale, Anna Pizzirani, vicepresidente Associazione familiari vittime della strage alla stazione di Bologna e Cinzia Venturoli, storica.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password