Riflettori e luci sulla Capitale con il premio nazionale Un'Orchidea nel deserto" di Gisella Farinini

Sette premi per sette professionisti tra i premiati un veterano del doppiaggio, Nino Renda e lo sceneggiatore Giuseppe Cossentino, nuova promessa della sceneggiatura italiana

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 05/08/2014 in Arte e Cultura da Giuseppe Nappa
Condividi su:
Giuseppe Nappa
Nella foto il parterre di prestigio premiato con la presidente dell'assosciazione Gisella Farinini e l'attrice Eleonora Baliani

  Lo scorso  martedì 29 Luglio 2014 si sono accesi riflettori e luci a Cerveteri, cittadina, in provincia della Capitale, con l'atteso evento di premiazione " Un' Orchidea nel deserto" promosso dalla Predidente dell'omonima associazione,   Dott.ssa. Cav. Gisella Farinini.  Un pubblico affamato di arte e cultura con un'inaspettata affluenza  ha riempito l'elegante Sala Ruspoli ed ha potuto assistere  ed applaudire alla serata attuale di  Premiazione di un parterre straordinario, composto da sette personaggi distintisi ognuno all'interno del proprio ambito lavorativo: lo sceneggiatore Dr. Giuseppe Cossentino,  creatore di storie forti, sempre attento al sociale e di forte impatto emotivo, in un mix di intrighi che si incontrano in un intreccio sempre  a lieto fine sia in prodotti cinetelevisivi che radiofonici di lunga serialità; il commercialista Dr. Giuseppe Di Matteo, il giornalista Alberto Sava, personaggio di spicco del Giornalismo italiano, ideatore e fondatore del quotidiano La Voce, una delle colonne portanti del Cinema italiano, il Tecnico e Direttore del Doppiaggio Nino Renda,  il grandissimo artista, restauratore e ceramista, il Maestro Ennio Tirabassi; il direttore d'Orchestra Augusto Travagliati; lo scrittore Salvatore Uroni, nelle cui opere le favole si intrecciano sapientemente alla filosofia della Vita.
Ad ognuno di loro è stato consegnato il premio da altrettanti, eccellenti professionisti, lo sceneggiatore e regista Kempes Astolfi il cui ultimo libro, L'Abbraccio Perfetto, è stato opzionato dalla Bic Production per la realizzazione di un film, l'Ass.re alla cultura Francesca Pulcini che ci ha rivelato il suo grande sogno: realizzare a Cerveteri una grande manifestazione in cui arte  circense e danza possano incontrarsi, Giacomo Specchia, speaker della Dave Radio di Torino e futuro studente di Regia della R.U.F.A; Silvia Uroni, bravissima illustratrice e grafica; Simone Uroni, specializzato in organizzazione di eventi combinati con viaggi turistici.
L'elegante kermesse  è stata arricchita  dall'interpretazione magistrale dell'attrice Eleonora Baliani, che ha dato vita, cuore ed anima  a  tre monologhi teatrali eccezionali scritti da Giuseppe Cossentino, una delle promesse della scrittura e sceneggiatura italiana, in cui è passato dal ruolo surreale della Caffettiera ( Testo: La Caffettiera Napoletana - pubblicazione 2014  autorinediti nel libro " Napoli nel cuore" di Tina Piccolo e Giuseppe Nappa), allo sdoppiamento tra l'entusiasmo di un'adolescente e la disillusione di un adulto  ( Monologo firmato Cossentino La Prima Volta), per poi terminare con la storia di una donna vessata dalle angherie dal marito e che finalmente dopo anni di maltrattamenti, si decide a denunciarlo ( Testo di denuncia al Femminicidio di G. Cossentino) I monologhi sono stati accolti da un grande applauso di un pubblico colto,  entusiasto e divertito  e sono riusciti a strappare diverse risate e momenti di riflessione; l'attrice ha poi letto degli stralci del libro fantastico di Salvatore Uroni: "Gioacchino la statuetta e l'albero fatato", dando la sua versatile voce a tanti simpatici personaggi che sono entrati  nel cuore dell'attento pubblico presente in sala

Con la sua performance veritiera e naturale, la Baliani mettendo in gioco tutta la sua esperienza e formazione teatrale ventennale  ha reso giustizia a dei testi belli e difficili da interpretare facendo emozionare un pubblico assetato di prodotti di qualità ed è stata  sapientemente  accompagnata dal liuto del bravissimo maestro Massimo Fumagalli, specializzato in musica antica, e in particolar modo in quella medioevale francese e rinascimentale italiana. Anche le note del Maestro Travagliati si sono fatte apprezzare, attraverso un video di un mix dei suoi concerti.

Tutta la serata è stata presentata e curata nei minimi particolari dalla Presidente dell'Associazione  promotrice dell'iniziativa, Dott.ssa Cav.Gisella Farinini, consolidata realtà  del panorama  artistico italiano, che ha intrattenuto piacevolmente ospiti e pubblico, accompagnandocli in un viaggio tra i sogni nel cassetto di ognuno delle singole grandi professionalità premiate e non.
Un grande evento di premiazione che ha avuto un eco straordinario e la partecipazione di veri professionisti del settore, una serata all'insegna della professionalità, dell'arte e della vera meritocrazia artistica italiana che rimarrà nella storia ed avrà sicuramente un suo seguito per i grandi consensi e la grande adesione ottenuti

Le riprese della serata sono state effettuate da Saverio Pulice.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password