Partecipa a Notizie Nazionali

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Posticipi di A, risorge la Fiorentina

Il Napoli la spunta su un Cesena combattivo

Condividi su:

Appendice della XXXVI di serie A.

La Fiorentina, superato lo shock-Siviglia, si riprende il quinto posto in classifica liquidando al “Franchi” la non proibitiva pratica-Parma. La resistenza dei ducali, in B ormai da una vita, dura fino al 13’, quando Gonzalo Rodriguez mette alle spalle di Mirante. Al 30’ esatto il raddoppio viola, firmato dal grande vecchio Gilardino.

Nella ripresa non ci si aspetta certo un risveglio degli uomini di Donadoni, e difatti i secondi 45’ hanno valore solo per i montelliani, che possono esercitarsi sul fronte del consolidamento del vantaggio acquisito. Con il 3-0 siglato da Salah al 56’ la squadra di casa mette la vittoria al sicuro, e fa un passo avanti importante per tornare lì da dove era stata malamente scacciata meno di una settimana fa.

Pronostico rispettato anche dal Napoli al “San Paolo”. È stata più dura del previsto, perché il Cesena ci ha tenuto a onorare la sua penultima trasferta di prestigio in serie A, e si può giurare che venderà altrettanto cara la pelle anche in casa del Torino, nel turno conclusivo della stagione, fra due settimane  (quando, lo ricordiamo, la squadra di Di Carlo, insieme a parmensi e cagliaritani, darà l’arrivederci al massimo campionato).

Alla fine, però, gli uomini dell’ormai partente Benitez sono riusciti a centrare l’obiettivo: arginare l’assalto al quarto posto della Fiorentina e riuscire a tenere il ritmo della Lazio, da cui continuano a separarla tre soli punti. Al vantaggio a sorpresa per i romagnoli segnato da Defrel al 15’ rispondeva  Mertens appena quattro minuti dopo, e poi, quasi a ruota, al 20’, Gabbiadini ribaltava il risultato. Prima della fine del primo tempo Defrel, ancora lui, riportava la gara in equilibrio.

Per riportarsi avanti i vesuviani dovevano attendere un'altra perla di Mertens, arrivata nel cuore della ripresa, più precisamente al 56’. Così l'ala belga sbrogliava per la seconda volta la matassa e soprattutto concludeva nel migliore dei modi il suo personale duello con l’attaccante francese del Cesena: con il gol-vittoria.     

Condividi su:

Seguici su Facebook