Partecipa a Notizie Nazionali

Sei già registrato? Accedi

Password dimenticata? Recuperala

Keysi perchè si

Stefano Tronconi personal trainer di FIrenze ci spiega il Keysi

Condividi su:

Stefano Tronconi è un insegnante di arti marziali e non solo, è un punto di riferimento per tutti i fiorentini e no che vogliono unire preparazione fisica mentale ed emotiva. Stefano è infatti convinto che ogni arte marziale o metodo di autodifesa non deve erigere muri o schemi a cui aggrapparsi ma deve spogliare chi la pratica affinchè si conosca e  possa costruirsi conoscendo i propri punti di forza e i propri limiti, per questo è stato uno dei primi in Italia ad appassionarsi al keysi. Il keysi è un metodo di combattimento « da strada » « Da strada significa che è un metodo che nasce per risolvere dei conflitti che incontri sulla strada e che non puoi vincere seguendo delle regole date, come ogni fatto della vita vera ha della variabili imprevedibili che puoi affrontare solo conoscendoti bene , sapendo quali sono le tue forze e le tue debolezze. "Una tecnica vera non è mai standard è quella che cambia sulla tua pelle, ti si veste addosso per diventare realmente tua come accade nel keysi, per questo è difficile spiegare praticamente come funziona senza averlo provato" spiega Stefano. Il keysi è stato creato negli anni 80  dallo spagnolo Justo Dieguez, il quale  non voleva attenersi a una tecnica di combattimento valida per tutti ma voleva sentire con la propria anima il modo giusto per difendersi e attenzione non solo  difendersi dall’esterno ma anche da se stessi e dalle proprie ombre. Dieguez continua ancora oggi ad insegnare e si devono a lui importanti coreografie di scene di combattimento holliwoodiane. L’intrepido spagnolo ha formato istruttori in tutto il mondo tra i quali Stefano Tronconi che tiene a precisare« non esiste una struttura strettamente gerarchica di insegnamento nel keysi, certo ci sono istruttori su vari livelli ma chiunque sia interessato può iniziare a praticare ed entrerà a far parte di una famiglia dove i fratelli maggiori sanno aiutare e consigliare quelli minori nella conoscenza del combattimento. Il nome dal suono inglese non deve trarre in inganno,  ho conosciuto personalmente Justo Dieguez e con la sua simpatia mi ha raccontato il motivo di questo nome. E’ la versione anglofona di "Que-si" che in spagnolo significa "Perchè" si la risposta frequente che i genitori del piccolo ribelle Justo davano alle sue proteste. In ricordo della sua infanzia e del perchè si, che deve andar bene solo fino ad una certa età , Justo Dieguez ha chiamato così la sua disciplina. Chi si avvicina keysi deve pensare che ha avuto un impulso simile a quello che lo avvicina alla fede da non confondere con la religione , conclude Stefano « la religione è un insieme di regole stabilite la fede è un bisogno di connettersi a qualcosa di profondo per conoscersi meglio e che parte noi stessi, oltretutto imparando a difendersi. Che volete di più ? » Chi fosse interessato può contattare Stefano http://www.bestmartialarts.it Palestra Fit Village di Firenze Via Caccini 13/A

Condividi su:

Seguici su Facebook