Marquez primo alle libere di Francia

Secondo Iannone, terzo Bautista

pubblicato il 17/05/2014 in Sport da Elena Caracciolo
Condividi su:
Elena Caracciolo

È diventato noioso per la stampa, per i giornalisti, per le televisioni.
È diventato noioso per tutti scrivere, ogni volta, che il medesimo spagnolo, il medesimo, eccellente Marquez porti a casa un ulteriore record, un’ulteriore vittoria, un ulteriore giro veloce.
Scherzi a parte, ancora una volta, ancora lui: Marc Marquez si aggiudica il miglior giro veloce di sempre, sul Circuito di Le Mans, col tempo di 1.33:452 (contro il tempo, già esilarante, della prima tornata, di 1.34:328).
Ma a seguirlo, rincorrerlo, sfiorarlo, cavalcarne la traiettoria, a soli 7 millesimi, è l’italianissimo Andrea Iannone, che si piazza secondo alle Prove Libere di Francia e che, in sella alla sua Ducati Pramac, cavalca l’onda dei suoi punti importanti entro le cerchia di questo Mondiale 2014 che (Marquez a parte) è una rivelazione per molti.
Terzo posto per l’altra Honda dello spagnolo Alvaro Bautista, rincorso da Smith e Pedrosa.
Sesto posto per Bradl (su una Yamaha che barcolla ma non molla) e settimo posto per la Yamaha ufficiale di Jorge Lorenzo.
Solamente decima la gemella moto di Valentino Rossi, che qui conta tre successi e che è motivato a, quanto meno, un podio (nella conferenza stampa del giovedì ha, infatti, ironicamente ammesso:  “Marquez si faccia bastare le quattro vittorie”).
Cosa aspettarsi, proprio non si sa.
Fatto sta che le qualifiche sono ad un passo e già si freme, a metà tra l’ovvietà di un eccellente risultato del genio Marquez e l’inedito di qualche nuovo campione.
 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password