L'Italia è Campione d'Europa!

A Wembley gli Azzurri battono ai rigori l'Inghilterra (1-1 ai supplementari). Dopo 53 anni torniamo sul tetto d'Europa

pubblicato il 12/07/2021 in Sport da Riccardo Camplone
Condividi su:
Riccardo Camplone

L’Italia è Campione d’Europa! A Wembley gli Azzurri di Mancini battono l’Inghilterra ai calci di rigore (1-1 nei tempi supplementari). Dopo 53 anni, torniamo sul tetto d’Europa, grandissimo merito va al CT Mancini, che 3 anni fa prese una Nazionale distrutta e straziata dalla mancata qualificazione a Russia2018 ma grazie al lavoro, sacrificio e l’unione del gruppo l’Italia guarda tutti dall’alto. Dopo soli 2 minuti di gioco gli inglesi erano passati in vantaggio con Shaw ma nella ripresa Bonucci pareggia e Donnarumma, ai calci di rigore, para ben 2 conclusioni avversarie che sanciscono la vittoria Azzurra.

LA PARTITA: Mancini conferma lo stesso 11 visto contro la Spagna: 4-3-3 con Donnarumma in porta, Di Lorenzo terzino destro mentre Emerson sulla sinistra con Bonucci e Chiellini a completare il reparto difensivo, a centrocampo Verratti, Barella ed il “professore” Jorginho mentre il tridente è composto da Chiesa, Immobile e Insigne.

Southgate si schiera con il 3-4-2-1: Pickford in porta, Walker, Stones e Maguire in difesa, a centrocampo spazio a Trippier al posto dell’infortunato Fouden con Phillips, Rice e Shaw. Mount e Sterling trequartisti alle spalle della punta Kane. Arbitra l’olandese Kuipers. Sugli spalti di Wembley presente anche il Capo dello Stato Mattarella.

Avvio shock per gli Azzurri che passano in svantaggio dopo soli due minuti di gioco: Harry Kane allarga sulla destra per Trippier che mette un traversone sul secondo palo dove Shaw batte Donnarumma con il sinistro e fa 0-1. Primo gol all’Europeo per il terzino inglese. L’Italia fatica tantissimo contro gli avversari ma al 34’ ecco la prima chance per gli uomini di Mancini: Chiesa salta Rice si accentra verso il limite dell’area e calcia con il sinistro ma termina sul fondo. Il primo tempo termina 1-0 in favore dell’Inghilterra.

Al 50’ calcio franco per gli Azzurri a seguito di un fallo: alla battuta va Insigne che calcia sul primo palo ma la sua conclusione termina sopra la porta difesa da Pickford.  Primi cambi per Mancini: dento Cristante e Berardi al posto di Barella e Immobile. Al 56’ cross sulla sinistra di Insigne a cercare Chiesa che entra in area di rigore dove mette la sfera in mezzo l’area dove c’è Insigne che va verso il fondo e calcia, Pickford la tiene. Insistono ancora gli Azzurri a caccia del pareggio: filtrante di Verratti per Chiesa che corre all’interno dell’area di rigore, fa partire un tiro sul primo palo ma Pickford si distende e allontana la conclusione.

Al 66’ l’Italia pareggia: Berardi batte un corner dalla destra, pallone in area di rigore con Cristante che colpisce di testa, ci prova anche Verratti che colpisce il palo ma la palla resta ancora nell’area piccola dove arriva Bonucci che deve solo depositare la sfera in rete: 1-1. Al 70’ primo cambio anche per l’Inghilterra: fuori Trippier dentro Saka ma due minuti dopo colossale occasione per l’Italia per passare in vantaggio: rimessa laterale battuta da Verratti a cercare Bonucci, lancio lungo del difensore dove pesca Berardi in posizione regolare, l’attaccante del Sassuolo calcia con il sinistro ma non inquadra bene la porta e la conclusione termina alta. Le squadre si avviano verso i tempi supplementari con il CT Mancini che opta per i cambi: all’86’ fuori Chiesa per infortunio dentro Bernardeschi ed al 91’ dentro Belotti per Insigne.

Al 96’ cross di Shaw dalla sinistra, pallone in area messa fuori da Locatelli, controllo con il petto di Phillips che calcia di prima intenzione ma la conclusione termina sul fondo. Al 99’ altro cambio per Southgate: dentro Grealish per Mount.

Al 102’ si rivedono gli Azzurri: Bernardeschi apre bene sulla sinistra per Emerson Palmieri che vince il contrasto con un difensore inglese, pallone in mezzo per Bernardeschi che viene anticipato da Pickford, recupera Belotti che prova a calciare ma la palla esce sul fondo. Il primo tempo supplementare si chiude ancora sul risultato di 1-1. Nella ripresa l’unica occasione è per gli Azzurri con un calcio di punizione: alla battuta va Bernardeschi che calcia con il sinistro, Pickford blocca la conclusione in due tempi. Al 120’ dentro Rashford per Henderse, entrato in campo per sostituire Rice per poi uscire per infortunio.

Si va alla lotteria dei rigori per decidere chi sarà Campione d’Europa: il primo penalty lo segna Berardi calciando alla destra del portiere, che si butta dall’altra parte. Per l’Inghilterra va a segno Kane che spiazza Donnarumma. Belotti sbaglia il secondo rigore calciando alla sinistra di Pickford che intuisce e para la conclusione. L’Inghilterra passa in vantaggio con un tiro all’incrocio dei pali di Maguire, spiazzato Donnarumma ma gli Azzurri pareggiano con il penalty segnato da Bonucci. Rashford, appena entrato in gara, va dal dischetto e colpisce il palo alla destra di Donnarumma. Per l’Italia segna Bernardeschi poi Sancho si fa parare il rigore dall’estremo portiere italiano. Jorginho potrebbe consegnare la Coppa all’Italia ma Pickford para la sua conclusione ed ecco che ci pensa Donnarumma a respingere il tiro di Saka e dopo 53 anni l’Italia è Campione d’Europa per la seconda volta nella sua storia. Il cielo è azzurro sopra Wembley.

 

TABELLINO

ITALIA-INGHILTERRA 1-1 (3-2 ai rigori)

MARCATORI: 2’ Shaw (IN); 69’ Bonucci (IT)

ITALIA (4-3-3): Donnarumma; Di Lorenzo, Bonucci, Chiellini, Emerson (118’ Florenzi); Verratti (96’ Locatelli), Barella (54’ Cristante), Jorginho; Insigne (91’Belotti), Immobile (55’ Berardi), Chiesa (86’ Bernardeschi); CT Mancini

INGHILTERRA (3-4-2-1): Pickford; Walker (120′ Sancho), Stones, Maguire; Trippier (70′ Saka), Phillips, Rice (74′ Henderson, 120′ Rashford), Shaw; Mount (99′ Grealish), Sterling; Kane. All. Southgate  

SEQUENZA RIGORI: Berardi (gol), Kane (gol), Belotti (parato), Maguire (gol), Bonucci (gol), Rashford (palo), Bernardeschi (gol), Sancho (parato), Jorginho (parato), Saka (parato)

AMMONITI: Bonucci, Chiellini, Barella, Jorgihno, Insigne (IT); Maguire (IN)

ESPULSI:

ARBITRO: Kuipers (olandese)

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password