Euro2020, l'Italia fatica contro l'Austria ma vola ai quarti di finale

A Wembley gli Azzurri vincono 2-1 con i gol, nel tempi supplementari, di Chiesa e Pessina. Affronteremo la vincente di Belgio-Portogallo

pubblicato il 27/06/2021 in Sport da Riccardo Camplone
Condividi su:
Riccardo Camplone

Allo stadio Wembley di Londra l’Italia soffre, stringe i denti ma accede ai quarti di finale battendo l’Austria per 2-1 nei tempi supplementari. Gara decisa non solo grazie alle marcature di Chiesa e Pessina ma anche al gol annullato agli austriaci con l’ausilio del VAR per un fuorigioco ed un rigore negato alla squadra di Foda. Gli Azzurri di Mancini affronteranno il prossimo 2 luglio la vincente di Belgio-Portogallo, che giocheranno domani alle ore 21:00 allo stadio de la Cartuja di Siviglia.

LA PARTITA: Negli Azzurri tornano i titolari che sono scesi in campo nelle prime due partite contro il girone. Per il CT Mancini solito 4-3-3 con Donnarumma tra i pali, Bonucci e Acerbi al posto dell’infortunato Chiellini centrali di difesa mentre i terzini sono Di Lorenzo, confermato al posto di Florenzi, e Spinazzola. A centrocampo Verratti nuovamente titolare dopo il ritorno contro il Galles affiancato da Jorginho e Barella mentre il tridente offensivo è composto da Immobile, Belotti e Berardi. Franco Fota, Commissario Tecnico dell’Austria, si schiera con il 4-2-3-1 con Bachmann, difesa a 4 composta da Lainer, Dragomir, Hinterreger e Alaba. A centrocampo Grillitsch e Schlager dietro i trequartisti Laimer, Sabittzer e Baumgartiner mentre l’unica punta offensiva è Arnautovic. Arbitra l’inglese Taylor.

Al 10’ ecco la prima occasione per gli Azzurri con Berardi che si accentra e prova a calciare in porta, murato da un difensore austriaco, il recupero di Verratti che serve Spinazzola con il doppio passo entra in area di rigore e calcia direttamente in porta ma la sfera termina fuori. Due minuti dopo altra chance per l’Italia: Verratti serve con un filtrante Insigne, accelera sull’out di sinistra entrando in area e calciando a giro ma Bachmann blocca senza problemi.

La squadra di Mancini domina e continua a creare occasioni con Spinazzola che mette un cross basso in area per Immobile, con la punta del piede serve Barella che calcia con il collo del piede, l’estremo portiere austriaco allontana con le gambe. Al 17’ arriva il primo pericolo dell’Austria con Sabitzer che riesce a servire bene Arnautovic che calcia direttamente in porta ma la conclusione termina alta. La prima fazione di gioco è completamente dominata dagli Azzurri con molto possesso palla schiacciando gli avversari nella propria metà campo ma al 31’ Immobile, dai 25 metri, sfiora l’1-0 colpendo l’incrocio dei pali con Barchmann che era completamente fermo e al 41’ ci prova anche Spinazzola, entrato in area di rigore, che calcia sul primo palo ma Barchmann devia in corner. Il primo tempo termina sullo 0-0 con gli Azzurri che dominano nettamente mentre gli austriaci pensano a difendersi e ripartire in contropiede ma nella ripresa l’Italia soffre la supremazia austriaca prima al 51’ Taylor concede un calcio di punizione ammonendo Di Lorenzo: alla battuta va Alaba con il pallone che gira ma termina alto, poi al 61’ con Sabitzer che conclude dalla distanza con il tiro deviato in corner. Alaba batte il calcio d’angolo, Donnarumma allontana con i pugni non è finita perché Schlager alza un campanile con un’altra deviazione poi Arnautovic calcia sul secondo palo, Donnarumma blocca. Al 64’ l’Austria passa in vantaggio: cross di Laimer a cercare Alaba che con un colpo di testa serve Arnautovic e tutto solo spinge il pallone in rete ma il gol viene annullato, dopo un check del VAR, a causa del fuorigioco della punta austriaca: si resta sullo 0-0. Quattro minuti dopo Mancini opta per due cambi: fuori Verratti e Barella dentro Locatelli e Pessina e al 72’ si rivedono gli Azzurri con Locatelli che tenta una conclusione a giro ma la palla termina sul fondo e all’82’ altra chance per l’Italia: Acerbi filtra bene per Spinazzola, punta l’avversario ed entra nell’area austriaca, cross sul secondo palo per Berardi che ci prova in rovesciata ma la palla termina fuori. Altri due cambi per l’Italia: dentro Chiesa e Belotti per Berardi e Immobile. I tempi regolamentari terminano sullo 0-0 con un gol annullato all’Austria per un fuorigioco, si passa ai supplementari. Parte bene l’Italia con Belotti che serve sulla destra Chiesa, calcia in porta con Bachmann che si distende e para ma al 94’ gli Azzurri passano in vantaggio: Spinazzola cerca il secondo palo dove c’è Chiesa tutto solo, controlla il pallone prima con il petto poi mette giù il pallone e calcia con il sinistro battendo Bachmann: 1-0. Primo gol ad Euro2020 per l’attaccante della Juventus. Al 103’ Taylor concede un calcio di punizione a favore dell’Italia: alla battuta va Insigne che calcia con il destro, Bachmann toglie la sfera dall’incrocio dei pali mettendola in corner ma il gol del raddoppio è solo questione di minuti: ancora Insigne che verticalizza verso l’area di rigore dove trova Acerbi, riesce a servire Pessina che batte Bachmann: 2-0. Secondo gol consecutivo all’Europeo dopo la rete decisiva contro il Galles. Il primo tempo supplementare si chiude con l’Italia in vantaggio per 2-0 ma nella ripresa l’Austria si sveglia con una conclusione dalla distanza di Gregoritsch, entrato al posto di Schlager ma Donnarumma si distende e allontana la conclusione avversaria. Cinque minuti dopo lancio di Gragomir a cercare la testa Kalajdzic, subentrato al posto di Arnautovic, recupera Grillitsch che mette la sfera in mezzo per Sabitzer che non controlla bene e calcia sul fondo. Al 113’ l’Austria trova che dimezza lo svantaggio: cross dalla destra di Schaud, entrato al posto di Grillitsch, pallone in area dove Kalajdzi, di testa, batte Donnarumma: 2-1. Al 119’ l’Italia potrebbe chiudere il match: lancio di Locatelli a cercare Chiesa, tutto solo davanti al portiere prova il pallonetto con la porta sguarnita ma c’è il salvataggio miracoloso di Trimmel, subentrato a Laimer. Dopo un minuto di recupero Taylor pone fine ad un lungo match: l’Italia batte 2-1 l’Austria e vola a Monaco di Baviera dove affronterà la vincente di Belgio-Portogallo.

TABELLINO

ITALIA-AUSTRIA 2-1

MARCATORI: 95’ Chiesa (I), 106’ Pessina (I), 114’ Kalajdzi (A)

ITALIA (4-3-3): Donnarumma; Di Lorenzo, Acerbi, Bonucci, Spinazzola; Verratti (68’Locatelli), Jorginho, Barella (68’Pessina); Insigne (108’Cristante), Immobile (84’Belotti), Berardi (84’Chiesa); CT. Mancini

AUSTRIA (4-2-3-1): Bachmann; Lainer (114’Ilsanker), Dragomir, Hinterreger, Alaba; Grillitsch (106’Schaub), Schlager (106’Gregoritsch); Laimer (114’Trimmel), Sabitzer, Baumgartner (90’Scopf); Arnautovic (97’Kalajdzic); CT. Foda

AMMONITI: Di Lorenzo, Barella (I); Dragomir, Hinterreger Arnautovic (A)

ESPULSI:
ARBITRO: Taylor (inglese)

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password