MotoGP, ufficiale: dal 2023 l’Ungheria entrerà nel calendario

Il nuovo tracciato, i cui lavori inizieranno nella seconda metà del trimestre 2021, sorgerà a Debrecen nella regione di Hajdusag

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 05/03/2021 in Sport da Dennis Ciracì
Condividi su:
Dennis Ciracì
Carlo Ezpeleta, CEO Dorna Sports, firma l'accordo per il GP Ungheria dal 2023 (foto: MotoGP Twitter)

E’ giunta ieri pomeriggio la notizia dell’ufficialità dell’accordo tra la Dorna Sports e l’Ungheria per ospitare il gran premio della MotoGP a partire dalla stagione 2023. Il nuovo tracciato, i cui lavori inizieranno nella seconda metà del trimestre del 2021, sorgerà nella città Debrecen situata nella regione di Hajdusag.
A Debrecen, la seconda città più grande della nazione ungherese dopo la capitale Budapest, verrà realizzato un grande impianto motoristico. Il progetto prevede l’espansione del brand MotoGP a livello nazionale e internazionale, in modo da tale da attrarre non solo una maggior fetta di pubblico dal punto di vista mediatico e televisivo, ma anche per scovare i maggiori talenti del paese magiaro.
La presentazione dell’evento è avvenuta a Budapest, nella quale Carmelo Ezpeleta (CEO Dorna Sports), Jozsef Pacza (CEO Kelet-Magyarország Versenypálya Kft ), Lazlo Palkovics (ministro ungherese per l’innovazione e la tecnologia), Gabor Talmacsi (campione del mondo classe 125 2007) e altri delegati del governo magiaro hanno firmato l’accordo che nel 2023 porterà l’Ungheria ad ospitare il gran premio della MotoGP.
Nel corso della presentazione, Carmelo Ezpeleta ha espresso tutta la sua soddisfazione per aver siglato quest’accordo: “siamo lieti di poter dire che tutto questa stia diventando realtà. Siamo molto contenti perché in Ungheria c’è una sconfinata passione per il nostro sport. Gabor ha vinto il titolo iridato della classe 125 nel 2007 e con questo progetto molti più ungheresi inizieranno a venire alle nostre Talent Cup e nel paddock”.
Il Chief Excutive Officer della società spagnola che gestisce il campionato si è successivamente soffermato su quali siano i vantaggi che la nuova pista di Debrecen possa portare al motomondiale: “il nostro desiderio più grande è quello di prenderci curo di ogni dettaglio inerente al nuovo tracciato. Spettatori, impatto economico, una soddisfacente copertura televisiva alla regione di Hajdusag in tutto il globo ed anche poter accogliere una maggior numero di piloti magiari nel futuro prossimo tramite i programmi ‘Road to MotoGP' ” ha sottolineato il manager iberico.
Grande soddisfazione per l’accordo siglato tra le parti anche per Gabor Talmacsi, l’unico ungherese nella storia del motomondiale ad aver vinto il titolo iridato: “è molto emozionante per me e sono orgoglioso di essere qui. Nell’arco della mia carriera come pilota ho rappresentato la mia nazione per dieci anni nel motomondiale. Adesso, in ruolo differenti, mi ritrovo nuovamente a rappresentare il mio paese in qualità di esperto del motorsport. Ne vado fiero, perché sono sempre in prima linea per sostenere progetti come questo”.
Far parte di questa iniziativa è straordinario – prosegue Talmacsi – amo le gare, le moto e ho sempre seguito questo sport anche quando ho concluso la mia carriera come pilota. E’ un giorno da ricordare, siamo qui e siamo entusiasti dell’accordo tra il nostro Governo e la Dorna Sports. Per quanto riguarda il tracciato, si trova in una posizione strategica vicino a Debrecen. Qui, i fans dei paesi limitrofi come Polonia, Slovacchia e Ungheria posso facilmente raggiungere la pista, il che è ottimo per la regione”.
Infine, anche il ministro ungherese dell’innovazione e della tecnologia Laszlo Palkovics ha espresso la sua soddisfazione per l’ufficialità dell’evento: “siamo lieti del fatto che la Dorna Sports abbia deciso di accettare la nostra offerta e costruiremo una pista completamente nuova proponendo un nuovo stile per il motomondiale. L’investimento è significativo, ma abbiamo tutte le analisi finanziarie necessarie sui nostri modelli di business e ne vale la pena” ha concluso fiducioso Palkovics.


 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password