Superbike, Rea soddisfatto della nuova moto

Il campione del mondo in carica della Kawasaki si è detto soddisfatto dei feedback ricevuti dalla ‘ZX-10RR’

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 15/02/2021 in Sport da Dennis Ciracì
Condividi su:
Dennis Ciracì
Jonathan Rea, campione del mondo in carica

Dopo la breve parentesi da due giorni di test al Circuito de Jerez-Angel Nieto il 20 e 21 gennaio, la Kawasaki Racing Team WorldSBK ha deciso la scorsa settimana di far nuovamente tappa sul circuito andaluso per proseguire il proprio programma di lavoro in ottica mondiale 2021. Tre settimane fa, la pioggia aveva scombussolato i piani rendendo vani i due giorni di test.
Questa volte, invece, il team nipponico ha potuto testare la nuova ‘ZX-10RR’ con il sella Jonathan Rea per continuare con lo sviluppo della nuova moto.
Il sei volte campione del mondo è stato l’unico a scendere in pista, dato che Alex Lowes si è infortunato in seguito a una caduta su una pista di flat track a Barcellona lo scorso sabato. La scuderia giapponese non ha voluto forzare i tempi di recupero del pilota classe 1990, in modo da recuperarlo per i primi test pre-season in programma il 4 e 5 marzo presso il Circuito International do Algarve a Portimao.
Il centauro nord-irlandese ha quindi portato avanti da solo il programma di lavoro prefissato dal team. Nonostante la pista presentasse ancora delle zone bagnate a causa della pioggia caduta mercoledì scorso, il britannico ha completato quaranta tornate con gli pneumatici da gara facendo registrare come miglior passaggio un 1’40.6.
Al termine dei test, il campione del mondo in carica si è detto, tramite il sito ufficiale della WSBK, entusiasta dei riscontri positivi derivati dalla nuova moto: “è stato davvero bello tornare in sella alla moto dopo qualche mese dall’ultima volta. Ringrazio molto la squadra per il profuso impegno e sforzo collettivo che ha messo per svolgere queste prove. In questo periodo è problematico viaggiare. Eravamo già pronti per scendere in pista mercoledì, ma le condizioni meteorologiche non ce l’hanno consentito. Di conseguenza abbiamo deciso di rimandare il programma di lavoro a giovedì”.
Era necessario avere delle conferme su alcune zone della moto sulle quali abbiamo lavorato nel post stagione – ha evidenziato il pilota della Kawasaki – e ho avuto ottime sensazioni alla guida. Il tracciato in alcuni tratti era ancora bagnato dal giorno precedente, ma nonostante questo sono riuscito a comprendere il comportamento della moto, i cambiamenti e a fornire molti dati e informazioni agli ingegneri”.
Infine, il pilota classe 1987 ha sottolineato tutta la sua soddisfazione per il programma di lavoro svolto: “alla conclusione dei test, posso dire di essere molto soddisfatto per quello che abbiamo fatto in pista. Il feeling che ho con la ‘ZX-10RR’ mi fa sentire molto a mio agio e il lavoro che ho fatto a casa sta dando i suoi risultati, non vedo l’ora di salire nuovamente in sella alla moto per i prossimi test” ha concluso Jonathan Rea.
 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password