MotoGP, Dall’Igna: “piccole ma significative evoluzioni sulla DesmosediciGP 2021”

l direttore generale Ducati Corse si è espresso sulla nuova moto 2021 e sulla nuova coppia di piloti

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 10/02/2021 in Sport da Dennis Ciracì
Condividi su:
Dennis Ciracì
Luigi Dall'Igna, direttore generale Ducati Corse

E’ stata presentata ieri pomeriggio la nuova DesmosediciGP 2021, la moto con la quale la Ducati Lenovo Team proverà a dare l’assalto a entrambi i titoli iridati.
La casa di Borgo Panigale potrà fare affidamento su una nuova coppia di piloti, composta da Jack Miller e Francesco Bagnaia. Ambedue conoscono bene sia la moto sia l’azienda, essendo stati nell’ultimo biennio compagni di squadra nel team Pramac Racing.
Per ‘Jackass’ essere stato promosso nel team ufficiale dopo il triennio alla Ducati Pramac Racing, positivo in termini di risultati, rappresenta la possibilità di fare il salto di qualità definitivo: “le emozioni di essere un pilota Ducati ufficiale sono molte – ha dichiarato entusiasta l’australiano – mettermi questa tuta rossa per la prima volta è stata una grande soddisfazione. E’ stato un lungo viaggio per arrivare dove sono arrivato adesso e ho grandi motivazioni per fare bene. Proverò a raggiungere grandi risultati nell’arco della stagione”.
Anche ‘Pecco’ si è detto entusiasta della promozione nel team ufficiale dopo aver trascorso le ultime due stagioni nel team satellite: “la stagione 2021 sarà molto importante – ha esordito il campione Moto2 2018 – sono molto contento di essere diventato un pilota ufficiale Ducati e in questa annata farò ancor di più di quanto abbia fatto nel recente passato. E’ sempre stato il mio sogno far parte di questo team, di conseguenza farò il massimo per non tradire le aspettative”.
A margine della presentazione della nuova moto, Paolo Ciabatti, direttore sportivo Ducati Corse, ha espresso la sua soddisfazione per la scelta dei nuovi piloti: “abbiamo ottimi piloti, giovani ma che hanno già esperienza in MotoGP e nel mondo Ducati”.
Anche Luigi Dall’Igna, direttore generale Ducati Corse, ha speso parole al miele per entrambi i nuovi alfieri della scuderia bolognese: “Jack ha certamente un carattere forte, il che è sicuramente un aspetto di primaria importanza per archiviare importanti risultati. Ha lavorato negli ultimi tre anni nel team satellite e penso che insieme potremo fare bene. Per quanto riguarda Pecco anche lui ha fatto bene nel biennio in Pramac e ho già evidenziato più volte la stima che ho verso di lui. In definitiva, sarà entusiasmante evolvere la nuova moto con loro”.
L’ingegnere italiano si è espresso sulle novità tecniche della nuova DesmosediciGP 2021: “il regolamento tecnico di questa stagione non ci ha consentito di apportate modifiche ad alcune componenti della moto, ma abbiamo lavorato sotto altri aspetto in modo da tentare di arrivare al primo appuntamento stagionale con un prototipo più competitivo”.
La moto 2021 è una evoluzione della 2020 – ha proseguito l’ingegnere classe 1966 – il motore è un aspetto importante nella progettazione e l’evoluzione del telaio è strettamente relazionata a quella del propulsore. La nuova moto presenta delle piccole ma significative evoluzioni con le quali possiamo fare buoni passi in avanti e lottare per la vittoria”.
Infine, il manager vicentino ha evidenziato come sia importante svolgere i test invernali al Losail International Circuit. La pista qatariota sarà sede dei primi due gran premi stagionali: “certamente si tratta del miglior tracciato dove si possa preparare al meglio la moto in termini di set-up e, anche se Losail non è la pista che si adatta meglio alle caratteristiche della nostra moto, abbiamo già delle idee su come preparare al meglio l’assetto per quell’appuntamento” ha concluso Luigi Dall’Igna.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password