Pugilato Fabio Turchi è il nuovo Campione Italiano dei Pesi Massimi Leggeri

Il pugile fiorentino batte Maurizio Lovaglio in sei riprese

pubblicato il 24/12/2016 in Sport da Nicola Biagi
Condividi su:
Nicola Biagi

Una serata di stelle nel firmamento pugilistico italiano quella che si è svolta ieri sera al Palazzetto dello sport di Scandicci alle porte di Firenze. Un titolo importante quello conquistato da Fabio Turchi che segna un nuovo punto di partenza per la sua carriera, 23 anni e un percorso ancora tutto da scoprire per il pugile fiorentino, giovane ma già con un grosso bagaglio d’ esperienza fatto da successi importanti.

Un match condotto con intelligenza da parte di Turchi che ha studiato l’ avversario aspettando il momento favorevole per sferrare l’ attacco finale. Un attacco finale serrato che è arrivato nella quinta ripresa, coi colpi sempre più frequenti e decisi del pugile fiorentino. Un attacco portato avanti fino alla sesta ripresa, dove Lovaglio crolla sotto i colpi pesanti sferrati da Turchi.

Una bella vittoria contro un pugile esperto già campione italiano ed europeo della categoria, Fabio Turchi figlio di Leonardo Turchi più volte campione italiano dei mediomassimi mantiene la sua imbattibilità con la nona vittoria da quel 31 Ottobre del 2015 data in cui passò nei professionisti. Turchi riporta la cintura di campione italiano nella sua Firenze che ringrazia il suo campione.

Nella serata pugilistica di ieri si sono poi svolti altri due incontri per altri due pugili fiorentini appartenenti all’ Accademia Pugilistica Fiorentina, Mohammed Obbadi e Angelo Ardito si sono battuti contro Mishiko Shubitidze e Dionisie Tiganas. Bella la vittoria del giovane pugile Obbadi, che ha messo K.O. il georgiano 19 enne Shubitidze in solo un minuto e ventuno secondi alla prima ripresa, Obbadi seguito dalll’ allenatore Alessandro Boncinelli è lanciato verso una carriera di successi, sulle orme del suo predecessore Leonard Bundu.

Adesso Obbadi 23 anni nato a Casablanca e neo campione europeo dei pesi mosca, che ha mostrato tutto il suo talento nel match chiuso in pochi secondi, è stato nominato co-challenger dalla WBA per il titolo intercontinentale dove si troverà davanti il pugile messicano Josè Carlito Rivas con alle spalle quattro vittorie di fila. Sfortuna purtroppo per Angelo Ardito che ha perso ai punti contro Tiganas.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password