Come si classificano le cellule staminali?

Cosa sono le cellule staminali e a cosa servono?

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 31/01/2018 in Scienza e Tecnologia da Ufficio Stampa Sorgente
Condividi su:
Ufficio Stampa Sorgente
2018

A volte sentiamo parlare di conservare cellule staminali, e del loro utilizzo in campo medico. Inoltre, tutti i maggiori mezzi di comunicazione affrontano spesso l'argomento.

Di conseguenza è lecito domandarsi: di cosa stiamo parlando? Che cosa sono le cellule staminali?

Si tratta di cellule con tre importanti caratteristiche:

• non hanno un'identità funzionale prestabilita, pertanto sono indifferenziate;

• possono originare tutte le cellule che costituiscono una persona adulta1.

Alcuni tipi di staminali hanno diverse capacità di differenziarsi all'interno della grande popolazione di cellule staminali:

staminali multipotenti: danno vita a diversi tipi di cellule con una sola funzione. Ad es. le cellule ematopoietiche sono cellule staminali del sangue capaci di originare tutte le cellule ematiche (ma non del cervello);

staminali totipotenti: in grado di originare tutte le cellule di un individuo, comprese le cellule di tessuti extraembrionali (placenta);

staminali pluripotenti: capaci di generare tutte le cellule di una persona, ad eccezione delle cellule degli annessi extraembrionali;

In base al punto di origine (virtualmente in qualunque tessuto corporeo), abbiamo la seguente classificazione di staminali:

cordonali ombelicali: si trovano nel sangue del cordone e il loro prelievo è indolore e sicuro per mamma e bimbo. Il loro uso, a differenza delle staminali embrionali, non può perciò sollevare problemi di natura morale;

embrionali: si trovano nell'embrione e sono pluripotenti2. Sono molto discusse dal punto di vista etico poiché, per il loro prelievo, si deve distruggere l'embrione;

adulte: sono in tutti gli organi e tessuti di una persona adulta. Clinicamente le staminali ematopoietiche (generano tutte le cellule ematiche) e le staminali mesenchimali (generano più tipi di cellule, es. adipose e delle cartilagini)3 sono le cellule staminali adulte più importanti da utilizzare.

Le cellule staminali rappresentano un prezioso patrimonio biologico, potenzialmente in grado di originare ogni tessuto o organo di una persona.

Per maggiori informazioni: www.sorgente.com

Note bibliografiche

1. Thomson, J.A., et al., Embryonic stem cell lines derived from human blastocysts. Science, 1998. 282(5391): p. 1145-7.

2. Menendez, P., et al., Human embryonic stem cells: potential tool for achieving immunotolerance? Stem Cell Rev, 2005. 1(2): p. 151-8.

3. Ikada, Y., Challenges in tissue engineering. J R Soc Interface, 2006. 3(10): p. 589-601.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password