App e reminder: Waze propone l'app che non fa dimenticare i bimbi in auto

Una soluzione di facile utilizzo che, attraverso un messaggio vocale, ricorda di controllare l'abitacolo

pubblicato il 20/01/2017 in Scienza e Tecnologia da Danilo Di Laudo
Condividi su:
Danilo Di Laudo

TECNOLOGIA – Arriva sugli smartphone dei genitori sempre più impegnati e frettolosi un’app che potrebbe evitare tragedie alle quale spesso abbiamo dovuto assistere: bimbi lasciati in macchina e trovati, dopo ore, deceduti o in fin di vita.
Child Reminder Alert’ (Promemoria bimbo in auto) questo il nome della nuova app proposta da Waze, il navigatore di Google che dovrebbe appunto aiutare i genitori a non dimenticare più i propri piccoli in auto.

La statistica sulla quale si è basata l’idea di creare un software di questo tipo racconta che, ogni anno, negli Stati Uniti sono circa 40 i bimbi che muoiono a causa dell’ipertermia all’interno degli abitacoli delle auto in cui vengono lasciati.

Amnesia dissociativa, così si chiama la causa principale di queste gravissime dimenticanze che spesso, in passato anche in Italia, sono costate davvero care. Dal punto di vista medico si tratta di un vero e proprio black-out della memoria – fonte Repubblica – che porta una persona a credere di aver compiuto le operazioni quotidiane in maniera meccanica senza che ci si ponga sufficiente attenzione. Una di queste risulta essere anche l’accompagnare i bimbi a scuola o all’asilo.

Visti tutti gli episodi in cui genitori di qualsiasi parte del mondo si sono trovati in questi anni già in passato sono stati inventati dispositivi in grado di avvisare il conducente dell’auto, attraverso un segnale acustico emanato dal cosiddetto seggiolino salvabambino, della presenza del bimbo a bordo, una volta fermata la macchina; tuttavia questo tipo di sistema risulta essere usato pochissimo proprio dai genitori forse per via dei costi o per scarsa informazione.

Ecco perché Waze ha sviluppato l’alert salva-vita che può essere attivata direttamente dalle impostazioni generali dello smartpone – ovviamente dopo aver scaricato la app – impostando così la ripetizione di un messaggio vocale registrato in precedenza che ricorda al guidatore di controllare l’abitacolo una volta arrestato il veicolo.

La funzione potrebbe inoltre essere usata non solo per ricordarsi dei propri bimbi ma anche per i nostri amici a quattro zampe che spesso ci accompagnano nei nostri spostamenti in auto.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password