Nel 2017 Facebook diventa una radio?

Il social network punta ad introdurre anche lo streaming audio nel corso del prossimo anno

pubblicato il 21/12/2016 in Scienza e Tecnologia da Danilo Di Laudo
Condividi su:
Danilo Di Laudo
Foto da Livingstingy

TECNOLOGIA – Dopo la diretta live dei video Facebook ha annunciato l’introduzione del cosiddetto Live Audio, vale a dire la possibilità di ascoltare una registrazione sonora in streaming.
A rendere nota la notizia è stato lo stesso colosso americano attraverso il suo blog dove ha affermato che la nuova funzione nasce dall’osservazione dei dati relativi all’utilizzo dei video live da parte dei vari editori. Infatti, l’elevato numero di persone che utilizza questo tipo di trasmissione, potrebbe essere interessata anche ad una opzione leggermente diversa che risiede nel podcast audio.

Tuttavia questo tipo di connessione non è del tutto una novità visto e considerato che, già in passato, si poteva trasmettere un Live solo audio utilizzando le API – strumenti offerti dal social network ma che erano piuttosto limitati – che però non erano esclusivamente dedicati a questo tipo di diretta, anche se, già da allora, si poteva trasmettere caricando un’immagine statica per sostituire il video.

LA VERA NOVITA’ – A quanto pare lo zoccolo duro, necessario per le trasmissioni video, era rappresentato da una buona e stabile connessione alla rete internet cosa che nel caso dell’audio non sarà più necessaria. Infatti, sempre secondo quanto fatto sapere dal blog di Facebook, basterà una connessione anche debole ma sufficiente per non perdere la trasmissione in corso.

MONDI SOFTWARE – Esiste già una differenza tra gli utenti Android e iOS che consiste, sostanzialmente, nelle applicazioni sviluppate per l’uno e per l’altro sistema operativo. Infatti, per gli utenti che utilizzano il primo sarà possibile minimizzare l’applicazione e continuare ad ascoltare la diretta mentre, per i secondi, ci sarà l’obbligo, almeno per il periodo iniziale, di mantenere aperta l’applicazione per fruire del prodotto.

I PRIMI A USUFRUIRNE – Com’è normale che sia i primi gestori di pagine facebook che potranno testare il prodotto saranno le grandi emittenti come BBC World Service, Harper Collins e LBC, per poi arrivare, entro fine gennaio, ad una diffusione capillare.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password