Definizione HD o 4K? Per Youtube storia passata

Arriva sulla piattaforma di videosharing la possibilità di guardare video in HDR

pubblicato il 09/11/2016 in Scienza e Tecnologia da Danilo Di Laudo
Condividi su:
Danilo Di Laudo
Foto da Youtube Blog

Da due giorni a questa parte è stata resa nota al mondo, tramite il blog ufficiale di YouTube, che, sulla più cliccata e importante piattaforma video del web, i filmati potranno essere apprezzati anche in formato HDR (High Dynamic Range – Elevata Gamma Dinamica).

Questo tipo di definizione dei particolari si attesta come la migliore mai ottenuta per il comparto audiovisivo e consente un netto miglioramento della qualità dell’immagine e del suono percepiti dall’utente grazie ad un espediente che può sembrare banale: una maggiore distanza tra ‘i bianchi e i neri’.
I colori percepiti, su questa nuova scala, fanno aumentare nettamente la definizione della immagini sullo schermo avvicinandole a quelle che l’occhio umano percepisce nella realtà quotidiana (come si può apprezzare nella foto accanto tra 'vecchia e nuova risoluzione').

Per il momento i video in formato HDR possono essere apprezzati solo sui dispositivi che supportano tale qualità come i televisori HDR con il così detto Ultra Chromecast. Inoltre, come si può leggere sul blog di Youtube, presto il servizio sarà disponibile anche su televisori Suhd e UHD prodotti sa Samsung. Ovviamente se si guarda lo stesso video con un dispositivo sprovvisto della tecnologia adatta – continua la nota del blog – nulla cambia, giacché il video viene riprodotto nel formato standard a cui tutti sono abituati.

Sempre Youtube non nega che, con il passare del tempo e con l’aumentare dei dispositivi che supportano l’HDR in circolazione, lavorerà per garantire, con la stessa qualità, anche le dirette streaming dei propri iscritti con una risoluzione al top. Allo stesso modo l’azienda americana ha confermato di aver adattato la sezione ‘caricamento’ video a questa innovazione soprattutto per rendere più intuitiva e semplice da usare l’interfaccia che qualsiasi utente, che già può caricare i propri video in HDR, decida di usare.

UN’INNOVAZIONE CHE NON VIENE DA SOLA – L’introduzione di questo nuovo formato video rientra in un progetto più grande e che da circa dieci anni impegna i tecnici della piattaforma di videosharing. Infatti, già nel corso degli anni appena trascorsi man mano sono state aggiunte diverse possibilità di interazione tra social network e utenti; dalla fruizione e inserimento di video in HD, prima, e in 4K, poi, fino ad arrivare alle riprese a 360° e l’inserimento dell’audio spaziale.

Tantissimi i programmatori coinvolti in questa innovazione sia interni che esterni a Youtube partendo da MysteryGuitarMan, Jacob + Katie Schwarz, Abandon Visuals e, non ultimo per importanza, il team di Resolve Da Vinci per rendere facile e fruibile il caricamento dei video in HDR.

Inoltre, chiude la comunicazione sul blog, sono già presenti ‘Abbiamo inoltre di gli spazi di YouTube a Los Angeles e New York, con tutta l'attrezzatura necessaria per produrre grandi contenuti HDR. Il formato HDR aggiunge una nuova dimensione di libertà creativa e di spettacolo visivo, abbiamo appena scalfito la superficie di ciò che questo rappresenta per la narrazione.’

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password