Partecipa a Notizie Nazionali

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

In arrivo un'iniezione anticoncezionale per gli uomini

Una puntura all'uomo in grado di prevenire gravidanze indesiderate alla donna

Condividi su:

In  uno studio pubblicato sul 'Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism' è stata illustrato un metodo contraccettivo  al maschile  anche se  i  ricercatori devono ancora perfezionare la combinazione di contraccettivi ormonali per ridurre il rischio di effetti collaterali, tra cui depressione e altri disturbi dell'umore.

Ad oggi sono sempre le donne a doversi accollare un metodo anticonzionale per evitare una gravidanza indesiderata ma questa esigenza inizia farsi sentire anche megli uomini, per questo sono iniziati studi in questo senso. Questo ultimo è stato  condotto da esperti di numerose università coordinate dall'Organizzazione mondiale della sanità (Oms)  con su  320 uomini sani, fra i 18 e 45 anni d'età, con un  normale numero di spermatozoi e impegnati in in un rapporto stabile con donne dai 18 ai 38 anni.
Si è tentato di azzerare gli spermatozoi del gruppo di cavie .

A questi uomini sono stati infatti somministrati  200 milligrammi di un progestinico a lunga durata d'azione chiamato noretisterone enantato e 1.000 milligrammi di un androgeno chiamato testosterone undecanoato, per 26 settimane. Le iniezioni sono per 56 settimane in tutto.

I risultati hanni dimostrato che questo metodo contraccettivo funziona ed entro 24 settimane  ha raggiunto lo scopo in 274 dei partecipanticon una percentuale di successo pari al  96% dei volontari. Solo quattro gravidanze si sono verificate durante la fase di test di efficacia del metodo.
Tuttavia il tallone di achille di questo nuovo metodo potrebbero essere gli effetti collaterali come depressione e altri disturbi dell'umore ed è necessario condurre altri studi sulla combinazione ormonale.  Nonostante questo oltre il 75% ha riferito di essere disposto a usare questo metodo di contraccezione.

Condividi su:

Seguici su Facebook