Le sfogliatelle abruzzesi

Una "nuova" ricetta tipica regionale tra Lazio e Abruzzo

pubblicato il 10/01/2015 in Salute e alimentazione da Daniele Del Casino
Condividi su:
Daniele Del Casino

A pochi giorni dalla fine delle feste natalizie, lontani dal continuo via vai di amici e parenti e dall’ansia di cibo e doni, la signora Mafalda di Penne (Pe) ci svela il segreto per fare le vere sfogliatelle abruzzesi. Uno tra i dolci tipici del Natale, che richiede tempo, pazienza e dedizione.
Sin dalla notte dei tempi, la sfogliatella è soggetto di una costante rivendicazione di paternità territoriale, non solo tra Lazio ed Abruzzo, ma anche tra comuni della stessa regione, seppur di differente fattura e tradizione. Ma la lotta non si limita a quella di lungo raggio, se ci si addentra più in profondità si scoprono anche rivendicazioni di “maternità” tra le donne di uno stesso paese, per il riconoscimento di quella originale o di quella migliore. Ed è così che da anni, generazioni di pasticciere casalinghe, si tramandano la propria ricetta insieme alla gelosia per la stessa e all’idea che sia la migliore in assoluto, “quella vera, che ha mangiato tutto il paese”.
Due giorni intensi passati con la signora Mafalda, tra lezioni di vita, rimproveri, e racconti di un tempo passato, per preparare le sue sfogliatelle.Continua a leggere....

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password