Meno 3 kg per chi si muove con i mezzi pubblici

In Italia, solo il 13,4% usa trasporti collettivi

pubblicato il 24/08/2014 in Salute e alimentazione da Angela Menna
Condividi su:
Angela Menna

Chi va al lavoro con i mezzi pubblici, lasciando l’auto nella rimessa, riduce il proprio Indice di Massa Corporea di un punto nel caso degli uomini e di 0,7 punti nel caso delle donne. In termini di peso, si tratta di un “alleggerimento” medio di più di tre chili per gli uomini e di circa due chili e mezzo per le donne. È quanto emerge da uno studio condotto da Ellen Flint e pubblicato dal British Medical Journal.

"Dare maggiore importanza all’incoraggiamento verso un passaggio dal trasporto privato a quello pubblico avrebbe plausibilmente un significativo effetto sulla salute della popolazione - commenta la dott.ssa Flint - ,  il che potrebbe rendere tale passaggio più facile da accettare per i pendolari. Tale strategia può apportare anche grandi benefici a livello ambientale e costituire un importante intervento strutturale per combattere l’obesità".

Oggi, negli Usa, l’86% dei cittadini fa uso di mezzi privati per raggiungere il proprio posto di lavoro, contro il 76% degli uomini britannici e il 72% delle donne. In Italia, la quota sale all’80%, mentre solo il 13,4% usa trasporti collettivi e il 3,3% la bicicletta

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password