Il frigo è il palazzo della nostra salute

Questo elettrodomestico è una tappa importante nel percorso del nostro benessere

pubblicato il 09/11/2013 in Salute e alimentazione da Valentina Roselli
Condividi su:
Valentina Roselli

Sono tutti d’accordo nutrizionisti, sportivi, dietologi e scienziati: inutile seguire una dieta equilibrata se il frigo è sporco, mal regolato e con cedimenti strutturali, se il palazzo insomma è pericolante. Una volta certi della tenuta dell’edificio deve essere chiaro che la dieta mediterranea è la portinaia che vigila instancabile. Al pianterreno quindi troneggiano frutta e verdura di stagione , mantenute ad una temperatura di 4/5 gradi. Se la verdura è a foglia verde è ancora meglio, perché ricca di antiossidanti e vitamine. Ben vengano anche le verdure dell’orto che diventano sughi eccellenti e secondi sfiziosi: zucchine, pomodori, cicorie, rapanelli, fagiolini così come il basilico in foglia che poco sforzo lo si può trasformare nell’ottimo pesto . Chi sono i grandi esclusi, coloro che verranno inesorabilmente placcati alla portineria? Cibi precotti , industriali prodotti eccessivamente raffinati salse malsane e pesanti. Al primo piano sono gradite le tisane e dello youghurt . Sono ideali per gli spuntini di metà giornata e per disintossicarsi. Possono convivere sullo stesso pianerottolo i formaggi, preferibilmente quelli magri come mozzarella, ricotta , caciotta fresca e feta greca. Sul balcone possono stare le uova che siano fresche e che siano consumate velocemente e sempre sul terrazzo è indispensabile il latte parzialmente scremato accompagnato da un buon panetto di burro. Sul ballatoio ecco apparire l’acqua rigorosamente naturale e del buon vino bianco . Evitiamo birre e bibite gassate se ci piacciono troppo perché che possono provocare l’effetto piccione sul cornicione, ossia gradevoli se uno o due ma se si eccede in meno che non si dica arrivano irritazione e fastidio . Al secondo e terzo piano gli inquilini più molesti ma necessari per dare energia all’ambiente. Carne meglio bianca ma anche quella rossa purché sia in quantità ragionevole e pesce che se fresco deve essere come il principe ossia “azzurro” ricco di omega grasso insaturo importante per la nostra salute. Tra questi il pesce spada, lo sgombro, il tonno. Carne e pesce possono avere per vicini gli affettati? Certo, ma questi ultimi devono essere freschi non confezionati e mangiati con parsimonia. Tra i condomini più simpatici del pianerottolo la cioccolata, ma è bene ricordare il soggetto in una dimora del genere perde tutte le sue proprietà originali, per dirla tutta, non è più lei. Eccoci arrivati alla mansarda -freezer che è il locale ideale per posizionare verdure e piatti cucinati in modo sano da tirar fuori al momento giusto, ma è anche un piano ad alto rischio intrusi e bisogna prestare molta attenzione . Non può mancare il gelato meglio se dietetico e preparato con pochi zuccheri e calorie ma va bene anche confezionato e godurioso, un angolo per la festa non si nega a nessuno, ma niente inquilini sgraditi come i già citati precotti industriali di cui non si conosce né la provenienza né la composizione che pure risultano tanto affabili e sempre pronti a dare una mano. Sono ammesse verdure pesce e carne crude da surgelare che non devono comunque trattenersi troppo perché perdono al pari della cioccolata le loro fisiologiche qualità. Per finire ricordiamo alla ditta di pulizie di inserire ad ogni piano un vaschetta con il bicarbonato perché siano assorbiti tutti gli odori molesti. Ricordare poi che tutti gli alimenti devono essere inseriti nei loro appartamenti in contenitori ermetici onde evitare fastidi ed epidemie batteriche e la caduta  in una triste quarantena.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password