Partecipa a Notizie Nazionali

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Amministrative Trentino e Val d’Aosta, affluenza in calo

A Trento confermato il sindaco uscente

Condividi su:

-8: è la percentuale del calo nella partecipazione al voto amministrativo registratosi a Bolzano.

Sembra che quasi tutti i quartieri tedescofoni della città abbiano disertato in massa il voto.  Questo, secondo gli osservatori locali, potrebbe forse essere dipeso dal fatto che il partito di bandiera della comunità tedesca altoatesina e bolzanina, la Südtiroler Volkspartei (SVP), ha deciso sin dalla prima ora di sostenere il candidato uscente del centrosinistra, Luigi Spagnolli, rinunciando quindi ad una battaglia elettorale con un proprio uomo.

Per la cronaca, comunque, a Bolzano si andrà al ballottaggio: Spagnolli, in sella dal 2005, dovrà vedersela il 24 maggio prossimo (che, lo ricordiamo, sarà il centenario dell’ingresso dell’Italia nella guerra che portò a riunire proprio il Trentino-Alto Adige, insieme col Friuli-Venezia Giuiia, al resto dello Stivale), contro Alessandro Urzì, candidato di Forza Italia e Unitalia (Destra sociale). Queste le quote percentuali finali dei due competitori: Spagnolli, 41%; Urzì, 12%. La partita si risolve al primo turno, invece, sia a Bressanone che a Trento, dove vengono serenamente confermati i due primi cittadini in carica: Peter Brunner della SVP nel ridente centro della Valle Isarco (51,2%), e Alessandro Andreatta del centrosinistra autonomista nell’altro capoluogo regionale (53,75). 

Le cifre rilevate a Bolzano non rappresentano certo un unicum: sono, anzi, il picco massimo di un quadro di disaffezione verso le urne che interessa tutta la regione: in generale, rispetto a cinque anni, fa, si è recato a votare il 7% di elettori in meno. Si è passati, così, dal 74,6% del 2010 al 66,9% dell’ultimo weekend. 
Calo di affluenza sensibile anche in Valle d’Aosta, altra regione a statuto speciale al centro di una tornata elettorale amministrativa: nei sessantotto comuni dove si è votato per il rinnovo dei consigli comunali, l’affluenza totale è stata del 68,51%-5 rispetto a un lustro fa (quando ad andare a mettere un segno sulla scheda si era recato il 73,47% dei cittadini aventi diritto). Nel capoluogo regionale, Aosta, il renziano Fulvio Centoz ce l’ha fatta al primo turno.   

Condividi su:

Seguici su Facebook