Dopo la protesta e la polemica il governo incontra i sindacati della scuola

Tavolo comune tra governo Susanna Camusso, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo

pubblicato il 12/05/2015 in Attualità da Valentina Roselli
Condividi su:
Valentina Roselli

Partiranno da questa sera  le consultazioni tra governo e leader sindacli e mercoledì 13 maggio  il Governo incontrerà  anche le associazioni di studenti e dei genitori.

La polemica tra il ministro Boschi e i sindacati non si attenua. La frase del ministro che aveva accusato il sindacato di ritenere la scuola come “sua cosa”   non ha incontrato il gradimento di quest'ultimo che per voce della sua leader Susanna Camusso ha risposto "Viene il sospetto  che tanta arroganza che il governo mette nel negare le ragioni delle lavoratrici e dei lavoratori della scuola sia il segno che in realtà siano loro a non avere un progetto"La Boschi risponde di non aver offeso nessuno e si augura che il clima torni disteso per poter avere un  confronto equilibrato e civile. 

Intanto la protesta dei docenti nei confronti del Ddl della Buona Scuola va avanti.  Gli insegnati dalle pagine del più famoso socialnetword al mondo fanno sapere che non voteranno mai più il Pd mentre  ddl continua  il suo percorso a ostacoli. Dopo il licenziamento dalla commissione Cultura,  deve essere ancora sottoposto ad esami , come quello  della commissione Affari costituzionali e poi giovedì 14 arriverà alla Camera.  Intanto, domani per le classi seconde delle scuole superiori torna l'annuale appuntamento con il test Invalsi e con il concomitante sciopero dei Cobas che da  sempre ostili alla  "la scuola-quiz".

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password