Lega della Terra denuncia di omicidio il Governo Renzi

pubblicato il 06/08/2014 in Politica da Il Presidente Arch. Daniele Spairani
Condividi su:
Il Presidente Arch. Daniele Spairani

L’Associazione della Lega della Terra ha sempre ritenuto insensate ed ingiustificate le sanzioni unilaterali economiche adottate dai vertici dell’UE e dal Governo Renzi nei confronti di persone fisiche e persone giuridiche russe. Il blocco dell’importazioni agroalimentari deciso dal Presidente Putin porterà alla totale paralisi e chiusura lampo di centinaia di imprese italiane che hanno trovato nei mercati russi importanti clienti che hanno saputo notevolmente apprezzare la qualità e l’eccellenza del vero Made in Italy. Allo stato di fatto il Presidente Renzi e tutto il Governo si sono resi responsabili di OMICIDIO di migliaia di posti di lavoro e di centinaia di Aziende; l’irresponsabilità, l’indecenza e la leggerezza con cui sono state prese decisioni politiche traballanti sono assolutamente sconcertanti e tali da rendere necessario la nostra richiesta di immediate DIMISSIONI e di scuse pubbliche. La nostra Associazione interverrà in tutte le sedi che riterrà opportuno per tutelare il lavoro di tutti gli operatori del settore primario.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password