Sahara Marocchino: Olanda fa parte della dinamica internazionale di sostegno al piano di autonomia

Olanda si aggiunge agli Stati Uniti, Germania, Spagna, Italia, Serbia, Romania, Filippine e tanti altri paesi del mondo che sostengono la posizione marocchina.

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 11/05/2022 in Politica da Belkassem Yassine
Condividi su:
Belkassem Yassine
Il ministro degli Affari esteri del Marocco, Nasser Bourita e il suo omologo olandese, Wopke Hoekstra

Olanda giudica che il piano di autonomia del Sahara, presentato dal Marocco all'ONU nel 2007 come "contributo serio e credibile per il processo politico guidato dalle Nazioni Unite" per trovare una soluzione alla questione del Sahara. 
Nel comunicato congiunto pubblicato ieri a seguito dei colloqui tra il ministro degli Affari esteri del Marocco, Nasser Bourita, e il suo omologo olandese, Wopke Hoekstra, i Paesi Bassi e Marocco hanno anche riaffermato il loro sostegno all'inviato personale del Segretario generale delle Nazioni Unite per il Sahara, Staffan de Mistura, e ai suoi sforzi per perseguire "un processo politico volto a arrivare ad una soluzione politica giusta, duratura e reciprocamente accettabile", in conformità con le risoluzioni del Consiglio di Sicurezza nonché con le finalità e i principi della Carta delle Nazioni Unite. 
Così la nuova posizione olandese si aggiunge alla dinamica internazionale di sostegno al piano di autonomia marocchina per chiudere definitivamente la disputa artificiale attorno al Sahara Marocchino, accanto agli Stati Uniti, Germania, Spagna, Italia, Serbia, Romania, Filippine e tanti altri paesi del mondo. 

 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password