Rai, dissolvenza in nero: Foa e Salini al capolinea? In Vigilanza si prepara la cacciata

Tutti riuniti in Commissione di Vigilanza Rai per processare Presidente e Amministratore Delegato

pubblicato il 20/04/2020 in Politica da Marco Zonetti
Condividi su:
Marco Zonetti
Marcello Foa e Fabrizio Salini

Marcello Foa e Fabrizio Salini verso la partenza dalla Rai? Avevamo scritto qualche giorno fa (clicca qui per leggere) che in Rai la posizione del Presidente e dell'Amministratore Delegato è quanto mai traballante, e che ogni giorno di più il residuato bicefalo del Governo giallo-verde defunto quasi un anno fa muove un passo avanti sulla strada della defenestrazione.

L'emergenza coronavirus e il conseguente lockdown ha congelato i tempi e cristallizzato le azioni, sopendo (momentaneamente) malumori e rallentando (temporaneamente) le azioni sotterranee che preparano il terreno per la cacciata. Ma domani - 21 aprile 2020 - una riunione della Commissione di Vigilanza Rai potrebbe davvero segnare il capolinea per il dinamico duo ai vertici dell'Azienda di Viale Mazzini. 

I pentastellati danti causa di Salini gli hanno ormai voltato le spalle da tempo, e ora si sono schierati apertamente contro lo stesso Foa, in primis - come scrivevamo giorni fa - il vicepresidente della Vigilanza Primo De Nicola, che non vede nel Presidente Rai la figura "di garanzia" di cui ha bisogno il servizio pubblico radiotelevisivo. Altre questioni sul tavolo della riunione, poi, si aggiungeranno sul groppone dei due dirigenti. Per esempio la questione della conferenza stampa del Premier Conte con l'attacco esplicito a Giorgia Meloni e Matteo Salvini, alla quale sono seguiti spazi di "riparazione" che hanno fatto storcere il naso al M5s, ma anche al Pd e a Italia Viva. Due partiti che, dal canto loro, non vedono di buon occhio il tanto spazio offerto dal Tg1 ai pentastellati e in prima analisi al Ministro degli Esteri Di Maio. 

Se poi ci mettiamo che, oggi, il Segretario della Vigilanza Rai Michele Anzaldi ha annunciato un esposto all'AgCom per "censura" di Italia Viva e per quasi monopolio del Centrodestra nei notiziari Rai (clicca qui per leggere), con Matteo Salvini protagonista principale a discapito dello stesso Conte, è quanto mai probabile che la riunione si trasformi in una sfida all'Ok Corral. Come finirà? Vi terremo come sempre aggiornati. 

 

 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password