Tangenti a Legnano, azzerata Giunta Leghista: fermato anche il Sindaco. La Procura: "Scarsissimo senso della legalità"

Ai domiciliari il Primo Cittadino Gianbattista Fratus e l'Assessore alle opere pubbliche Chiara Lazzarini: carcere per Maurizio Cozzi, Assessore al bilancio

pubblicato il 16/05/2019 in Politica da La Redazione
Condividi su:
La Redazione

Terremoto politico a Legnano dove è stata azzerata la Giunta Comunale leghista: arrestato il Sindaco Gianbattista Fratus (ai cui sono stati con cessi i domiciliari) e l'Assessore alle opere pubbliche Chiara Lazzarini, anch'essa ai domiciliari. 

In carcere Maurizio Cozzi, Assessore al bilancio. "Scarsissimo senso della legalità", fa sapere la Procura.

Pesanti le accuse da parte della Procura della Repubblica di Busto Arsizio: turbata libertà degli incanti, turbata libertà del procedimento di scelta del contraente e corruzione elettorale.

"La cosa più allarmante e disarmante - ha detto la procuratrice in conferenza stampa, così come riportato dall'Ansa - è che gli indagati tutti hanno scarsissimo senso della legalità e non percepiscono assolutamente la gravità delle loro azioni, quasi fosse un modus operandi che, solo perché diffuso, è legalizzato. Così non è".

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password

Video in evidenza