Berlusconi: Bertolaso ok a I turno

Sulla Meloni: “Aspetto sue decisioni”

pubblicato il 14/03/2016 in Politica da Gianluca Vivacqua
Condividi su:
Gianluca Vivacqua

Bertolaso: sicurezza di vittoria per il centro-destra a Roma.

Parola di Silvio Berlusconi, giunto all’ombra del Cupolone per arringare elettori e giornalisti ai gazebo del Pantheon e di largo Goldoni, in apertura della due giorni di voto con cui, lo scorso weekend,  il centro-destra aveva programmato si misurasse il livello di gradimento del candidato sindaco a Roma: parliamo delle “gazebarie”, una sorta di risposta di destra alle primarie Pd. Centoquaranta stazioni di voto disseminate nella città, con un obiettivo preciso: raggiungere il sì per Bertolaso con più di 10.000 votanti.

Alla fine hanno votato in 50.000, e a Bertolaso è andato il sì del 96,7% dei votanti: non c’erano dubbi per l'ex Cavaliere, che già nei discorsi preliminari si proiettava verso la competizione finale, quella col candidato Pd. Se alle urne i romani porteranno quel congeniale “buon senso” che riconosce loro, allora Berlusconi si è detto sicuro che l’ex capo della Protezione civilevincerà al primo turno”.

Nelle dichiarazioni rilasciate prima dell’apertura del voto, il leader di Forza Italia ha messo sul piedistallo il “suo candidato (“suo” nel senso che l’ha scelto e caldeggiato lui) glorificandone le doti: “Bertolaso è una persona veramente capace, probabilmente l’unica in grado di risolvere i gravi problemi della Capitale. Non è un uomo politico né un uomo del bla bla bla, ma un uomo del fare”.  Quelli che da sempre piacciono a lui, nemico giurato dei "professionisti della politica". Tirata d’orecchie a Salvini, che aveva costretto Forza  Italia ad un appuntamento pre-elettorale probabilmente inutile, agli occhi di Berlusconi: “A Roma la Lega non può contare su una percentuale di voto superiore all’1,4%”.

Quanto alla Meloni, invece, aveva detto di non aver ancora capito “cosa intende fare”. Ma in realtà sembra profilarsi un asse proprio tra la Meloni e Salvini, che potrebbe culminare in un impegno elettorale diretto della pasionaria già ministra della Gioventù con Berlusconi premier.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password